venerdì 27 luglio 2018

Gavino Scala nuovo Presidente del Parco di Porto Conte, gli auguri dalle borgate

Riguardo l'elezione del nuovo Presidente del Parco Naturale Regionale di Porto Conte intendiamo fare i più sinceri auguri a Gavino Scala. Crediamo sia molto importante il suo ruolo soprattutto relativamente alla definizione e alla vigilanza in merito alle priorità che l'Ente Parco, diretto da Mariano Mariani, dovrebbe avere. In primis verificare la volontà politica, dopo quella popolare dei residenti dell'area contigua che conferma tale volontà con centinaia di firme raccolte, di riperimetrare il Parco sino a non oltre la Foresta Demaniale delle Prigionette. Altra priorità l'approvazione al più presto del Piano del Parco. Da non dimenticare un'azione decisa contro l'esubero di fauna selvatica che danneggia tutti gli agricoltori dell'area contigua. Sarebbe inoltre utile organizzare degli incontri periodici per la verifica dei progressi nei vari ambiti di intervento.

Comitati di Borgata di Maristella, Sa Segada - Tanca Farrà, Guardia Grande - Corea

mercoledì 18 luglio 2018

3 euro anche per l'accesso a Bombarde e Lazzaretto dopo Punta Giglio?

L'accesso alle spiagge delle Bombarde e Lazzaretto sarà a pagamento. Questa pare la naturale evoluzione del ticket d'ingresso al sentiero escursionistico per Punta Giglio imposto da lunedì 16 luglio da Mariano Mariani, direttore del Parco di Porto Conte. L'azzardo del pagamento di un ticket per Punta Giglio ha scatenato centinaia di commenti negativi sui social network, paginate sui quotidiani e, anche oggi, lettere di sdegno da parte dei fruitori abituali del comprensorio di Maristella. Per fortuna anche il consigliere comunale di maggioranza, Alessandro Nasone, ha espresso la sua contrarietà al balzello ritenendo che "Far pagare una quota d'ingresso è anche una scelta politica e fino a quando esisterà in Assemblea con un cda, le scelte politiche spettano all'assemblea e di rimando al CDA". Data la marea di bocciature all'iniziativa, il Sindaco Mario Bruno si è guardato bene dal postare un commento sulla sua pagina personale, come spesso fa per gli accadimenti di rilevanza di Alghero. Speriamo se ne dissoci presto.

La trovata pare rappresentare solo il secondo tassello di un disegno prestabilito affinché tutta l'area di Porto Conte, spiagge comprese, possano essere utilizzate dall'ente Parco come salvadanaio dal quale attingere per mantenere in piedi il carrozzone. Si partì infatti da lontano, con il far pagare l'accesso alla Foresta Demaniale delle Prigionette. Oggi si paga anche Punta Giglio. E domani? La tassa di soggiorno per cosa è quindi stata istituita? Qualcuno a questo punto si potrebbe svegliare, istituire il Sovraparco di Porto Conte e pretendere denaro per mantenere in piedi il nuovo ente? Raniero Selva, referente politico del Parco cosa ha da dire? Infine, Mariano Mariani è disposto a dimettersi se entro fine anno non riesce a chiudere il cerchio su questioni importantissime come il Piano di Parco? E' possibile che si pretenda sempre senza dare nulla di concreto in cambio?

Tonina Desogos - Presidente del Comitato di Borgata di Maristella

giovedì 12 luglio 2018

Dal 16 luglio si pagheranno 3 euro per accedere ai bastioni di Alghero?

Il direttore del Parco di Porto Conte, Mariano Mariani
Dal 16 di luglio al 30 settembre 2018 per accedere ai bastioni di Alghero sarà necessario per i non residenti sborsare 3 euro per singolo visitatore e 5 euro per nucleo familiare (a prescindere al dal numero dei figli al di sotto dei 12 anni e sconto 50% per quelli di età superiore ai 12 anni). In questa fase di sperimentazione, dal pagamento del biglietto si escluderà la popolazione residente nel Comune di Alghero.  Fantasia? E' quello che invece sta succedendo davvero e nel silenzio generale a Punta Giglio dove, con Ordinanza n°2 del 2018, il Direttore del Parco di Porto Conte, Mariano Mariani, ha deciso di "privatizzare temporaneamente" il comprensorio verde di Maristella togliendolo di fatto dalla disponibilità gratuita dei visitatori. Se fosse successo all'interno delle mura di Alghero ci sarebbero stati lo sdegno e la rivolta popolare. Invece accade nella borgata algherese di Maristella dove, da lunedì prossimo, i non residenti che abitualmente vanno a passeggiare a piedi e in bicicletta a Punta Giglio (esclusi dal pagamento in questa prima fase sperimentale i residenti) si troveranno a pagare un balzello al Parco di Porto Conte. Quale valore aggiunto è previsto da parte del Parco a fronte della nuova tassa è un mistero. Tonina Desogos, Presidente del Comitato di Borgata di Maristella ha commentato: "Il Parco sta scippando Punta Giglio alla fruizione gratuita così come accaduto per Le Prigionette. A fronte di quale tornaconto concreto per il territorio? Casa Gioiosa sta diventano un'idrovora di fondi senza dare nulla in cambio. Gli abitanti di Maristella hanno già firmato in massa per la riperimetrazione del Parco, limitandolo a non oltre la Foresta Demaniale delle  Prigionette. Il Comune di Alghero faccia in modo che il 100% dei fondi incamerati dalla fruizione a pagamento di Punta Giglio siano finalmente utilizzati per la riqualificazione delle borgate".

mercoledì 11 luglio 2018

Assunzioni al Parco di Porto Conte, incontro per la trasparenza

Credo che la stabilizzazione dei lavoratori che prestano il loro servizio presso il Parco di Porto Conte sia un fatto dovuto e naturale esclusivamente a fronte di risultati verificabili a favore del territorio di competenza. Non può essere solo l'anzianità il fattore determinante per assumere o meno dipendenti pubblici.  Credo sia necessario un incontro chiarificatore tra Parco di Porto Conte e cittadinanza al fine di verificare i ruoli, le competenze e i risultati ottenuti da chi sinora, a titolo precario, ha collaborato con l'ente. Quindi quanti sono, chi sono, quali competenze, quali i risultati ottenuti. Uno per uno. Sarebbe utile a tutti un confronto di questo tipo al fine di sgombrare il campo dai dubbi sui motivi, per esempio, della mancata approvazione del tanto atteso Piano del Parco o sulla programmazione approssimata e basica degli eventi per la promozione del territorio. Non è un segreto il fatto che, dall'esterno, il Parco sia ancora interpretato da molti come lo stipendificio per gli incozzati della politica locale. Sarebbe ora di sfatare questo assunto dimostrando, carte alla mano, che non è così. Personalmente ogni volta che entro a Casa Gioiosa trovo un silenzio tombale, pare che ci lavorino due persone che si alternano. Presentarsi alla cittadinanza sarebbe cosa utile. 

Tonina Desogos - Presidente del Comitato di Borgata di Maristella

lunedì 9 luglio 2018

Sa Segada festeggia in borgata

Grande cena nella Borgata di Sa Segada sabato scorso dove oltre ottanta persone sono state invitate dal Comitato di Borgata di Sa Segada - Tanca Farrà. Motivo dell'invito il ringraziamento per la collaborazione fattiva nell'ottimale riuscita dell'edizione 2018 della Sagra della Fragola. La borgata sta vivendo un periodo di grande fermento e la comunità unita sta ottenendo risultati eccezionali, a partire dalla Sagra della Fragola sino all'ultimo successone della Porto Conte a tappe - Il Faro di Capo Caccia. Antonio Zidda, presidente del Comitato, è raggiante: "Siamo un gruppo unito con grande voglia di fare. Speriamo che i nostri successi siano da stimolo a tutto l'agro affinché si sviluppi una competizione pacifica per chi organizza l'evento più bello. Chi oggi critica qualsiasi iniziativa mosso dall'invidia, oltre a rendersi ridicolo dovrebbe dirottare le proprie energie sul fare qualcosa di positivo per un territorio che ne ha davvero bisogno".

martedì 3 luglio 2018

I ringraziamenti per lo straordinario successo dell'evento al Faro di Capo Caccia

Tempo di doverosi ringraziamenti per la quarta edizione della Porto Conte a tappe che ha visto protagonisti migliaia tra corridori, camminatori, ciclisti, nuotatori e pagaiatori impegnati a raggiungere per la prima volta nella storia il faro di Capo Caccia. Parla Davide Maffei, coordinatore dell'iniziativa.

Sono centinaia le persone che hanno contribuito affinché il sogno di molti, quello di vedere da vicino il faro di Capo Caccia, potesse avverarsi. Ognuna di loro ha avuto un ruolo e senza ogni piccolo pezzo il puzzle generale non si sarebbe potuto completare al meglio così com'è stato. 

Voglio ringraziare innanzitutto la Marina Militare che ha dato fiducia alla quarta edizione della Porto Conte tappe, manifestazione ludico sportiva nata proprio per scoprire le meraviglie nascoste del Parco Naturale Regionale di Porto Conte. Un grazie infinito ai Comitati di Borgata di Sa Segada - Tanca Farrà e Maristella per il supporto indispensabile nella logistica, nell'organizzazione del pranzo e nella gestione dei punti di ristoro in vetta a Capo Caccia e all'arrivo presso Casa Gioiosa. Bravissimi anche i ragazzi e le ragazze dell'ASD Catalana Baseball e Softball che hanno presidiato l'area militare palmo a palmo per tutta la mattina. Ottimo lavoro anche da parte del gruppo di volontari della borgata di Guardia Grande al punto di ristoro per nuotatori e pagaiatori. Eccezionali gli operatori del Parco di Porto Conte che hanno gestito al mattino presto il grande flusso di auto in arrivo. Contributo determinante anche da parte dei Barracelli, di Forestas,  dell'Ente Foreste e dei Carabinieri. 

Per il quarto anno consecutivo grazie di cuore ad Altogusto, main sponsor sempre presente così come Alghero Soccorso con noi dall'inizio per l'importante servizio ambulanze. Grazie per aver creduto nell'iniziativa a Decathlon Sassari sponsor tecnico. Bel contributo anche da Caffè & Caffè di Sassari e dall'Emporio della Bellezza, sempre di Sassari, per l'animazione sul percorso e i premi messi a disposizione. Non dimentichiamo la collaborazione con SR Noleggi, l'impegno costante di ExplorAlghero per la valorizzazione del territorio e la disponibilità del Market Capo Caccia che ha fornito l'acqua e no solo per tutti.

Un ringraziamento enorme al negozio La Corallina di Alghero, all'Emporio della Bellezza di Sassari e all'Emporio del Parco di Porto Conte per essere stati i nostri punti di iscrizione: un lavoro certosino ripagato da tanti complimenti da parte di tutti. 

Non può mancare il ringraziamento alla Cantina Sociale di Santa Maria la Palma per i premi ai primi arrivati della gara podistica non competitiva e per i premi a sorteggio estratti durante il pranzo in riva al mare. Indispensabile il contributo da parte del Villaggio Camping Torre del Porticciolo che ha fornito le splendide immagini con drone utilissime per la realizzazione del materiale promozionale dell'evento. Grazie anche a Navisarda e allo Yacht Club Capo Caccia per la collaborazione.

Grazie all'Alghero Marathon, al movimento Fitwalking Sardegna, all'Alghero Bike, all'ASD Green e all'ASD Kayak Avventura per il supporto nelle attività di competenza.


Non possono mancare i ringraziamenti sinceri al consigliere comunale Mimmo Pirisi che, sottotraccia, ha fatto in modo che gli intoppi burocratici fossero superati insieme alla grande assessora allo Sviluppo Economico Ornella Piras e all'assessore Alessandro Balzani che hanno da subito capito il valore dell'iniziativa e l'hanno supportata. Con loro l'assessore Raniero Selva che ha coordinato la Ciclat. Grazie quindi all'Amministrazione Comunale di Alghero, a Fondazione Alghero, al Parco Naturale Regionale di Porto Conte, all'Area Marina Protetta, alla Capitaneria di Porto e alla Provincia di Sassari per la collaborazione fattiva. Un particolare ringraziamento a Tore Mulas di Fondazione Alghero: l'ho conosciuto in questa occasione e ho trovato in lui un uomo di poche chiacchiere e molti fatti, indispensabile nelle ultime concitate fasi di preparazione all'evento.


Infine, grazie di cuore a tutti i partecipanti all'edizione 2018 della Porto Conte a tappe: le migliaia di foto e i moltissimi meravigliosi commenti entusiastici ci ripagano di ogni sforzo. All'anno prossimo!


Davide Maffei - Coordinatore Porto Conte a tappe 


lunedì 2 luglio 2018

Successo dirompente per la Porto Conte a tappe 2018

Avvicinamento al Faro di Capo Caccia
Ennesimo centro pieno per le borgate di Alghero. Dopo la Sagra della Fragola è arrivato il tutto esaurito anche per la Porto Conte a tappe che quest'anno, alla sua quarta edizione, è riuscita in un'impresa sinora impossibile: varcare il cancello della Marina Militare e raggiungere uno dei simboli di Alghero e della Sardegna intera, il mitico Faro di Capo Caccia. La risposta di coloro che hanno subito capito l'unicità dell'iniziativa non ha deluso le aspettative. Sono stati quasi duemila i camminatori, corridori, ciclisti, nuotatori e pagaiatori che non sono voluti mancare all'evento. E potevano essere molti di più se non si fossero chiuse le iscrizioni con tre giorni di anticipo a causa dei problemi logistici legati al parcheggio limitato dei veicoli nell'area di partenza di Tramariglio. 


Dopo settimane di preparativi, la mattinata di domenica è iniziata molto presto per gli organizzatori, i Comitati di Borgata di Sa Segada - Tanca Farrà e Maristella che, coordinati dall'ex atleta nazionale Davide Maffei, si sono svegliati ben prima dell'alba per gli ultimi ritocchi al percorso. E' stata poi la volta della gestione dei diversi chilometri di auto da parcheggiare ma tutto è filato liscio grazie alla preziosa collaborazione delle decine di operai messi a disposizione per l'occasione dal Parco Naturale Regionale di Porto Conte. A dispetto delle previsioni di molti si è invece partiti in perfetto orario: il promontorio di Capo Caccia è stato pacificamente invaso dalla carica eterogenea dei duemila, composta da giovanissimi ma anche da anziani pronti a realizzare il sogno di vedere da vicino il faro di Capo Caccia.


I ragazzi e le ragazze dell'ASD Catalana Baseball e Softball di Alghero li hanno attesi al piazzale della scala del Cabirol avendo l'onore e l'onere della sicurezza all'interno dell'area militare ed è andato tutto liscio. L'entusiasmo al faro e al ritorno era palpabile con migliaia di foto e video postati sui social network e persone davvero emozionate per la scoperta di un nuovo meraviglioso angolo di Alghero sinora celato. La giornata è terminata in allegria con il meraviglioso pranzo sulla spiaggia retrostante il parcheggio di Casa Gioiosa dove sono stati estratti numerosi premi a sorteggio tra i presenti. 

Post più popolari

Usare la tassa di soggiorno proveniente dall'agro per riqualificare le borgate. Sei d'accordo?