giovedì 30 giugno 2016

Piano di Valorizzazione della Bonifica di Alghero, fare presto

Il 23 marzo di quest'anno, con enorme sforzo da parte dei nostri Comitati di Borgata di Guardia Grande – Corea, Sa Segada – Tanca Farrà e Maristella, siamo riusciti a convincere l'Assessore Regionale agli Enti Locali, Finanze e Urbanistica, Cristiano Erriu, a far approvare una delibera di giunta regionale che riguarda lo stralcio della Bonifica di Alghero dal PUC. Questo per consentire agli imprenditori agricoli del territorio di tornare ad avere le mani libere e di poter investire senza gli attuali vincoli assurdi, approfittando a pieno anche dei fondi del Piano di Sviluppo Rurale 2014 - 2020.

A delibera regionale approvata il Comune ha iniziato a lavorare sul documento. Un documento, sulla carta, senza possibilità di speculazione dato che dovrebbe riguardare solo i terreni agricoli in un contesto di tutela come quello della Bonifica di Alghero. A metà maggio siamo stati invitati a una presentazione di massima alla quale sarebbero dovuti seguire altri incontri.

A quanto pare l'iter è in corso e il pallino oggi è nelle mani degli uffici regionali e provinciali che debbono fare la loro parte. Abbiamo tuttavia sentito questa mattina alcuni funzionari delegati al procedimento che ci hanno confermato che sono in attesa degli elaborati dal Comune per poter procedere con i lavori.

Invitiamo il Sindaco e il Vice Sindaco a verificare presso gli uffici comunali lo stato reale dell'iter, accelerando il più possibile il passaggio degli elaborati in modo da permettere a chi di competenza di fare la propria parte, evitando tempi morti che già andrebbero a sommarsi ai già lunghi tempi tecnici.

Giuseppina Congiu - Presidente del Comitato di Borgata di Guardia Grande  - Corea
Antonio Zidda - Presidente del Comitato di Borgata di Sa Segada - Tanca Farrà
Tonina Desogos - Presidente del Comitato di Borgata di Maristella

mercoledì 29 giugno 2016

Guardia Grande, lavori di messa in sicurezza in corso

Il Comitato di Borgata di Guardia Grande – Corea comunica che sono iniziati alcuni lavori di messa in sicurezza di una parte della casa parrocchiale di Guardia Grande. L'intervento, inerente la veranda in eternit sul retro dell'edificio, fa seguito alle pressanti richieste da parte del Comitato di Borgata di Guardia Grande – Corea presso gli organi competenti a Sassari e Cagliari culminate con una raccolta firme nell'aprile 2016 che aveva convinto il Sindaco Bruno a far presente la situazione anche all'Assessore agli Enti Locali, Finanza e Urbanistica, Cristiano Erriu.  Giuseppina Congiu, Presidente del Comitato di borgata commenta: "Un altro piccolissimo passo verso la rinascita della nostra borgata. Quest'anno riceveremo molte risposte per Guardia Grande, a partire dalla ex scuola per la quale abbiamo strappato un impegno concreto da Cagliari. Iter in corso anche per il Bando "Sport e Periferie" del CONI dove abbiamo candidato il nostro ex campo sportivo ad una generale riqualificazione. Relativamente alla chiesa e alla casa parrocchiale è stata individuata una linea di intervento a Cagliari e speriamo che entro quest'anno arrivino risposte concrete. 

La Presidente - Giuseppina Congiu

Per il Comitato di Borgata Guardia Grande - Corea

mercoledì 22 giugno 2016

Riscoperto un tesoro nelle acque di Porto Ferro: "Diventi un'attrazione turistica"

A Porto Ferro un tesoro scoperto 40 anni fa ma rimasto celato ai più sino ai giorni nostri. Che oggi desideriamo torni alla ribalta per essere conosciuto, per divenire un'ulteriore attrazione turistica tra le meraviglie che appartengono al comprensorio di Porto Conte. 

Ritorniamo con l'immaginazione a centinaia di anni fa. La baia di Porto Ferro, sferzata spesso da venti impetuosi e indomabile con acque agitate. Ecco un'imbarcazione in difficoltà che cola a picco portando con sé il suo carico sconosciuto. Un carico presumibilmente prezioso perché doveva essere protetto: oggi infatti, nella baia, a pochissima distanza dalla spiaggia e ancor più nelle giornate in cui le correnti trascinano la sabbia verso il mare aperto, è possibile ammirare nitidamente e in tutto il loro splendore cannoni, catene, l'ancora dell'imbarcazione ma non solo.  Non è necessario essere dei sub per poter restare affascinati da un passato ancora presente: i resti dell'imbarcazione si trovano infatti a circa 3/4 metri di profondità, accessibili quindi anche con una semplice maschera da snorkeling. Un sito da valorizzare, segnalandolo e inserendolo tra le attrazioni del territorio. Un'esperienza da vivere e raccontare che certamente apprezzerebbero anche i bambini.

Comitato di Borgata di Guardia Grande - Corea

martedì 21 giugno 2016

Decoro urbano ad Alghero, proposta dai Comitati di Borgata

Giuseppina Congiu - Antonio Zidda - Tonina Desogos
In piena stagione turistica è triste prendere atto di come l'immagine della Riviera del Corallo sia infangata da decine, centinaia di post sui social network inerenti cassonetti strabordanti di immondizia, impuniti atti di inciviltà cittadina e zone ad alta visibilità lasciate nell'abbandono. Stiamo tutti quanti vivendo una situazione insopportabile, uno stato di vergogna riflessa che è necessario termini al più presto. Ci chiediamo, come cittadini, come possiamo dare un contributo all'Amministrazione Comunale per contenere le inefficienze da terzo mondo che stanno arrecando danni incalcolabili all'immagine della “Destinazione Alghero”.

Le nuove tecnologie offrono oggi delle risposte, dei servizi che danno l'opportunità ai cittadini di contribuire fattivamente al decoro urbano della propria città. E' il caso del sito www.decorourbano.org che consente alla popolazione di ciascun Comune di segnalare in tempo reale, agli organismi preposti dall'Amministrazione, le situazioni problematiche inerenti rifiuti, vandalismo e incuria, dissesto stradale, zone verdi, segnaletica e affissioni abusive. In pratica, attraverso le segnalazioni dei cittadini via cellulare, corredate di foto e posizione gps del problema, gli uffici preposti possono tempestivamente porvi rimedio, senza che le inefficienze divengano croniche o che finiscano sui media a discapito dell'intera collettività. Crediamo che anche Alghero possa e debba aggiungersi ai moltissimi Comuni italiani che hanno già aderito, gratuitamente, al servizio. Invitiamo nuovamente l'Amministrazione Comunale ad aiutare i cittadini ad aiutarli, laddove si possa dare un serio contributo.

Giuseppina Congiu – Presidente del Comitato di Borgata di Guardia Grande - Corea
Antonio Zidda - Presidente del Comitato di Borgata di Sa Segada – Tanca Farrà
Tonina Desogos - Presidente del Comitato di Borgata di Maristella

lunedì 20 giugno 2016

Cavi del telefono tranciati a Guardia Grande, Telecom non interviene

Grandi disagi a Guardia Grande per tutte le famiglie e le attività turistiche a cavallo della provinciale al km 4, presso l'incrocio con la via principale per la borgata. A causa dell'assenza di linea telefonica e internet dovuta a un camion che ha tranciato i cavi di trasmissione, le comunicazioni sono impossibili oramai da domenica 12 giugno. I clienti delle strutture ricettive stanno fortemente lamentando il disservizio e alcuni hanno già abbandonato gli agriturismi e i bed and breakfast della zona. 

Dopo ripetute segnalazioni da parte dei residenti seguite da sopralluoghi inconcludenti da parte di Telecom, anche il Comitato di Borgata di Guardia Grande - Corea è intervenuto presso gli organi competenti ricordando le penali alle quali il gestore dovrà far fronte per ogni giorno di disservizio arrecato, secondo la Carta dei Servizi. Sono state fornite rassicurazioni sulla risoluzione del problema entro 48 ore.  

domenica 19 giugno 2016

Comitato di Maristella: riconfermata la squadra capitanata da Tonina Desogos

Tonina Desogos si riconferma Presidente del Comitato di Borgata di Maristella con 122 voti su 155 votanti. Tutta la squadra dei 9 consiglieri uscenti riconfermata. Ecco i risultati:
Tonina Desogos - Presidente Com. Maristella

  • Tonina Desogos 122
  • Gianni Contu 91
  • Rosanna Canessa 61
  • Patrizia Piras 51
  • Raimondo Mariotti 48
  • Gianna Anziosa 36
  • Dolores Melone 30
  • Nicoletta De Vito 29
  • Mara Allegrucci 25


Tonina Desogos ha commentato il risultato: “Sono soddisfatta della risposta degli abitanti e del risultato raggiunto dal consiglio uscente, riconfermato in toto. In questi anni abbiamo lavorato duramente e la popolazione ci ha riconosciuto il lavoro svolto. Questo è il nuovo Comitato di Borgata di Maristella legittimato dal voto dei cittadini. Ci attende un grande sforzo, in bocca al lupo a tutti noi”.

venerdì 17 giugno 2016

Manifestazione Coldiretti a Cagliari: Alghero c'è

Migliaia di imprenditori agricoli e simpatizzanti hanno pacificamente invaso quest'oggi la Fiera di Cagliari in occasione della manifestazione di Coldiretti per la difesa del Made in Italy in agricoltura. All'evento, seguito da un convegno, sono intervenuti, oltre al viceministro dell’Agricoltura, Andrea Olivero, anche il presidente della Regione, Francesco Pigliaru.

Tra i presenti per Alghero una delegazione dei Comitati di Borgata della Bonifica, tra i quali Tonina Desogos, Presidente del Comitato di Borgata di Maristella e Giuseppina Congiu, Presidente del Comitato di Borgata di Guardia Grande – Corea. Hanno commentato coralmente: "L'agro di Alghero sta vivendo un periodo di transizione molto importante e il contributo di Coldiretti alla rinascita agricola del territorio è un tassello fondamentale per tutelare gli interessi attuali e futuri degli imprenditori agricoli locali. La nostra presenza qui a Cagliari rappresenta un segnale di supporto verso l'Associazione con l'obiettivo di proseguire una collaborazione, appena ripartita, allo scopo di rendere l'agro di Alghero un comprensorio agricolo tra i più produttivi della Regione".


mercoledì 15 giugno 2016

Giovedì 16 giugno nuova inaugurazione a Tramariglio

Sarà il cantautore Piero Marras al mattino nella parte riservata alle istituzioni e in serata il coro polifonico algherese a fare da cornice all’inaugurazione della sezione multimediale del museo della memoria carceraria di Tramariglio “Giuseppe Tomasiello prevista per domani (giovedì 16 giugno). La giornata del 16 giugno prevede al mattino l’inaugurazione ufficiale riservata alle istituzioni a partire dalle ore 11, mentre nel tardo pomeriggio apertura ufficiale dalle 17 e avvio nell’iniziativa “una sera al museo” che chiuderà alle 21.

Nella nuova sezione trovano spazio negli oltre 500 mq la sala di prima immatricolazione con le macchine fotografiche d’epoca per le foto segnaletiche, il tavolo del medico e il vestiario dato in consegna, ma anche la sala del barbiere, il cinema e la sala svago. Non manca il “pancaccio” e il “buiolo” della cella di rigore e neppure il materiale della sartoria della colonia penale. Insomma un vero e proprio viaggio virtuale per riportare il visitatore nell’atmosfera degli anni ’40 quando a Tramariglio funzionava la colonia penale e dove per circa un ventennio passarono parte della loro vita circa 5mila detenuti. Una nuova sezione tutta multimediale ed interattiva davvero interessante che è finalizzata a ricostruire la giornata tipo di un detenuto. Una sezione che completa ed arricchisce l’intero percorso museale inaugurato nel luglio 2013 dall’allora ministro della Giustizia Cancellieri, ma che da soprattutto conto del grande lavoro di recupero e digitalizzazione dell’archivio carcerario di Tramariglio svolto da detenuti dei carceri di Bancali e Alghero in regime di art 21 (semilibertà). Il progetto di allestimento del museo “Tomasiello”, trova il suo apice nella valorizzazione dell'archivio come bene culturale: presso la sala studio allestita al Parco cultori di varie discipline potranno consultare e studiare carte, fascicoli, mappe, registri, relativi alla vita quotidiana di agenti e detenuti, documenti sui piani di bonifica, e sulle costruzioni di opere infrastrutturali indispensabili nella colonia penale. L'archivio, custodito in pratiche e sicure scaffalature, si snoda per quasi 100 metri lineari, ed è costituito da oltre 1300 registri e circa 5000 fascicoli. Sono disponibili inoltre due scanner planetari per l'acquisizione ottica conservativa. L'archivio ha inoltre fornito una mole impressionante e significativa di dati e notizie essenziali per l'allestimento di un “Museo della memoria carceraria della Casa di lavoro all'aperto di Tramariglio”, dove sono analizzati vari aspetti della vita tra le sbarre. Il modello museale focalizza l'attenzione sulla vita nella colonia penale di Tramariglio, dove i reclusi erano addetti a mansioni di tipo agro-zootecnico e artigianale, ed arrivavano solo se “meritevoli” del lavoro all'aperto, considerato come un premio da destinare a quei ristretti che avevano dato evidenti prove di 
emenda e di ravvedimento. Le testimonianze materiali ed immateriali valorizzano il bene culturale archivistico, la memoria dei luoghi, le vite dimenticate dei detenuti e degli agenti di custodia, come Giuseppe Tomasiello, giovane agente di custodia che a Tramariglio perse la vita per mano di un detenuto, la cui figura, caduta nell'oblio, è stata riscoperta e valorizzata grazie a questo progetto.

Borgate di Alghero dimenticate anche dal segnale di telefonia

Alla vigilia della nuova stagione turistica, riproponiamo un gravissimo problema molto sentito e già ripetutamente segnalato negli ultimi anni, cioè l'assenza o la forte debolezza di segnale di telefonia mobile nelle borgate di Alghero.

Si tratta di un problema enorme perché incide socialmente, economicamente e anche a livello di salute sulla popolazione. Un servizio mancato che penalizza fortemente sia gli abitanti nella vita di tutti i giorni sia le decine di migliaia di turisti che visitano la zona ogni anno.

L'assenza di segnale, rende infatti impossibili i soccorsi in caso di incidenti. I giovani, che già si vedono alquanto ridotte le possibilità di socializzazione a causa della scarsità di oratori, impianti sportivi e luoghi di ritrovo, sono costretti a vedersi limitati anche dall'opportunità di comunicare attraverso il telefono o i social network. Le attività economiche perdono tempo prezioso e ne fanno perdere ai propri fruitori. I turisti sono penalizzati da un'esperienza che li vede continuamente alla ricerca della “Tacca”, obbligandoli a delle limitazioni nella quotidianità e a non poter condividere in diretta le emozioni delle proprie vacanze.

Non di meno, l'assenza o debolezza di segnale costringe i cellulari a ricercare in continuazione la rete, emettendo perennemente onde elettromagnetiche dannose per la salute e limitando la durata della batteria dell'apparecchio.

Chiediamo con urgenza all'amministrazione comunale di verificare presso le compagne telefoniche la possibilità di posizionare un ripetitore, in zona lontana da abitazioni e infrastrutture pubbliche, in grado di colmare questo gap infrastrutturale dannoso non solo per l'agro ma per tutta la “Destinazione Alghero”.

Comitati di Borgata di Guardia Grande – Corea, Sa Segada – Tanca Farrà

lunedì 13 giugno 2016

Domenica 19 giugno il rinnovo del Comitato di Borgata di Maristella

Domenica 19 giugno, essendo trascorsi i tre anni previsti dallo statuto, si terranno nei locali dell'oratorio di borgata le elezioni per il rinnovo del Comitato di borgata di Maristella. Il seggio resterà aperto ininterrottamente dalle ore 10,00 alle ore 20,00. A seguire le operazioni di spoglio dei voti.

Per il Comitato Di borgata Di Maristella
Il presidente - Tonina Desogos

lunedì 6 giugno 2016

Porto Conte a tappe: i Comitati di Borgata festeggiano un altro successo dopo la Sagra della Fragola

Alghero Marathon in vetta al Monte Timidone - Terza tappa
Con la terza tappa di domenica 5 giugno all'interno della foresta demaniale delle Prigionette, si è chiusa la prima edizione della “Porto Conte a tappe”, gara podistica e camminata aperta a tutti alla scoperta delle borgate di Alghero e del limitrofo Parco di Porto Conte. L'evento, da subito piaciuto a centinaia di appassionati di corsa e passeggiate nella natura, ha dato la possibilità di scoprire sotto una nuova prospettiva l'agro algherese.

Antonio Zidda, Presidente del Comitato di Borgata di Sa Segada - Tanca Farrà: "L'iniziativa si inserisce in un progetto di rilancio delle Borgate che ci ha già visti recentemente impegnati nella realizzazione della Sagra della Fragola a Sa Segada. Oggi, con il successo anche  della Porto Conte a tappe, ribadiamo le potenzialità di un territorio che, per le proprie caratteristiche intrinseche, sbaraglia la concorrenza alla prima edizione di molte manifestazioni. Invitiamo tutti coloro che hanno idee per il rilancio delle borgate ad agire. Li invitiamo anche a contattarci nel caso avessero bisogno di aiuto, ogni iniziativa riceverà la massima attenzione". 

Fabrizio Ruiu atleta di Guardia Grande
Giuseppina Congiu, Presidente del Comitato di Borgata di Guardia Grande  - Corea: "L'obiettivo dell'evento è stato quello di iniziare a far conoscere le borgate, l'agro e le aziende agricole agli algheresi e non solo. Iniziative come questa possono contribuire a dare un'identità a un territorio che vive nell'ombra e nell'abbandono da decenni. Credo sia importante iniziare a costruire nell'immaginario collettivo locale una percezione positiva delle borgate . Questo per arrivare a ricevere la giusta considerazione anche dalla politica che, sino ad oggi, non ha investito su un territorio che rappresenta, a tutti gli effetti, un tesoro di opportunità". 


Tonina Desogos, Presidente del Comitato di Borgata di Maristella: “I tre Comitati di Borgata di Maristella, Guardia Grande - Corea e Sa Segada - Tanca Farrà sono uniti non soltanto a parole ma anche fattivamente nella promozione di un territorio di innegabile ricchezza ambientale. Lo scorso anno abbiamo realizzato la "Porto Conte in corsa" che quest'anno si è fatta in tre, divenendo "Porto Conte a tappe". I campi su cui spaziare nelle borgate sono tanti: storico, naturalistico, artistico, archeologico, sportivo, culturale, eno-gastronomico... Con la "Porto Conte a tappe" siamo partiti con la promozione di un turismo sostenibile e rispettoso dell'ambiente e dei suoi ritmi, attraverso attività non invasive come la corsa e la camminata, rifuggendo da attività invasive e rumorose che credo siano da evitare in zona Parco e area contigua".

Porto Conte a tappe
Davide Maffei, vice Presidente del Comitato di Borgata di Guardia Grande - Corea, ex pluri campione italiano di atletica leggera, 7 volte maglia azzurra tra Campionati del Mondo e Europei e coordinatore della "Porto Conte a tappe" ha concluso: "L'iniziativa ha ottenuto il successo meritato. Attraverso lo sport le borgate possono essere conosciute e vissute da un target di visitatori che amano la natura, la vita sana e pertanto anche i prodotti enogastronomici di qualità che l'agro di Alghero produce. Le premiazioni di tutte e tre le tappe hanno visto infatti protagonisti principalmente nostri produttori e amici che ringraziamo per il supporto: la Cantina di Santa Maria la Palma per il vino, l'azienda agricola Desogos di Maristella per l'olio, l'azienda Venatura per le marmellate e le composte, la Cantina Rigatteri per il vino, per i bouquet di verdure dell'orto e le fragole l'Azienda Agricola Porcheddu di Guardia Grande, l'agriturismo La Barbagia per le degustazioni,  il Country Hotel Domo Minore per gli "Spuntini dei Centenari",  l'azienda agricola Fauro per le perette, l'agriturismo La Genziana della Borgata di Sa Segada per il pecorino e la degustazione in omaggio, l'azienda agricola dell'olio Nure di Santa Maria la Palma, l'azienda agricola Fratelli Riu per il pecorino e la crema spalmabile, l'azienda agricola Pietro Fadda per le fragole, per i dolci Giuseppina Congiu dell'Agriturismo L'Arcobaleno di Guardia Grande , Salvatore Floris dell'Agriturismo Porticciolo per il Torrone artigianale, Carla Delrio di Sa Segada per le pesche, l'Antica Apicoltura Gallurese per il miele, Archimete per le escursione Snorkeling , la pizzeria Baccus. Grazie ovviamente a tutti i partecipanti e ai volontari che si sono lasciati coinvolgere, anche a Dario e Fabio che hanno fatto da apripista ai più veloci con le loro mountain bike per tutte e tre le tappe".

Un particolare ringraziamento da parte di tutti e tre i Comitati di Borgata all'Azienda Altogusto, Sportissimo Sardegna e Società Costa del Corallo quali Main Sponsor dell'iniziativa e ancora grazie anche a: Parco Naturale Regionale di Porto Conte, Ente Foreste della Sardegna, Cooperativa ExplorAlghero, Comune di Alghero, Associazione Socio Culturale Sportiva di Guardia Grande, B&B Sa Branda, Scuola Sarda del Cammino, Algherosoccorso, S.R. Noleggi, Gruppo Bernardi di Santa Maria la Palma, Supermercato Nonna Isa di Guardia Grande, Associazione EduEcoAgroMaris e La Matita. L'unione fa la forza, alla prossima!

Comitati di Borgata di Guardia Grande - Corea, Maristella, Sa Segada - Tanca Farrà

sabato 4 giugno 2016

Istanze danni da fauna selvatica, attivo uno sportello temporaneo per la raccolta delle istanze degli agricoltori della zona contigua al parco

Sarà operativo da lunedì 6 e fino al 30giugno uno sportello temporaneo per la raccolta delle istanze di danno da fauna selvatica ed in particolare da cinghiale o daino. L´iniziativa del Parco di Porto Conte è funzionale a raccogliere dati sufficienti per massimizzare gli interventi di contenimento e riduzione degli ungulati nell´ambito del prossimo piano di gestione in fase di approvazione. Lo sportello sarà operativo presso l´infopoint del Parco a Fertilia via Pola (lunedì-venerdì 9-10 e martedì emercoledì 17-18) e presso Casa Gioiosa (lunedì-venerdì 10-13 e martedì-mercoledì 15-17).

In attesa del nuovo piano di contenimento della popolazione del cinghiale elaborato in stretta sinergia con la Provincia di Sassari e il coordinamento della Regione Sardegna Assessorato alla difesa dell´Ambiente, il Parco di Porto Conte apre uno sportello temporaneo per la durata di un mese circa (dal 6 al 30 giugno) per la raccolta delle istanze di danno da fauna selvatica in particolar modo causate da cinghiale o daino. L´iniziativa è funzionale in modo particolare a reperire il maggior numero di informazioni circa i danni sopportati nell´area contigua al Parco e di conseguenza calibrare nel miglior modo possibile gli interventi di abbattimento e riduzione della popolazione del cinghiale. I dati inoltre, sono assolutamente necessari per ottenere le autorizzazioni ad intervenire da parte degli organi competenti. ´Che i cinghiali e i daini stiano creando danni economici e legati alla sicurezza è un dato di fatto-spiega il presidente del Parco di Porto Conte Antonio Farris - le lamentele a mezzo stampa sono utili, ma è arrivato il momento di certificare il danno. Chiediamo dunque a tutti gli agricoltori, ma anche i proprietari dei terreni e i titolari degli alberghi di compilare la nota che verrà a messa a disposizione presso lo sportello informativo che abbiamo attivato. Si tratta di un documento necessario e funzionale esclusivamente a stimare l´estensione dei danni e calibrare poi gli interventi e successivamente monitorare gli effettivi risultati. Senza questi atti formali potrebbero infatti, esserci dei problemi nel proseguo delle campagne di contenimento dei cinghiali.´ 

Lo sportello sarà operativo presso l´infopoint del Parco a Fertilia via Pola (dal lunedì al venerdì 9-10 e di martedì e mercoledì 17-18) e presso Casa Gioiosa (dal lunedì al venerdì 10-13 e martedì-mercoledì 15-17). Per la raccolta delle istanze di danno, hanno dato la loro disponibilità anche i comitati di borgata già coinvolti da tempo,le associazioni di categoria agricole e anche l´associazione coadiutori della fauna selvatica che sarà a disposizione attraverso i propri soci per la raccolta eventualmente anche a domicilio.

Il Monte Timidone attende corridori e camminatori per l'ultima tappa della Porto Conte a tappe

Domenica 5 giugno alle ore 8.30 dalla Foresta Demaniale delle Prigionette (direzione Capo Caccia) partirà la terza e ultima tappa della “Porto Conte a tappe”, gara podistica non competitiva e camminata aperta a tutti alla scoperta delle borgate algheresi, porte di accesso del Parco Naturale Regionale di Porto Conte.

La spettacolarità del percorso, già testato l'anno scorso da centinaia di partecipanti, è garantita dalla vista mozzafiato che si gode all'arrivo, la cima del Monte Timidone: una scalata, su ottimo terreno sterrato, che vale davvero la pena di affrontare, sia per i corridori che prenderanno parte alla gara podistica non competitiva di 10,5 km, sia per i camminatori, ai quali è riservato un percorso più breve, di circa 5,9 km. In vetta, tutti i partecipanti saranno accolti da un punto di ristoro curato dai Comitati di Borgata di Guardia Grande – Corea, Sa Segada – Tanca Farrà e Maristella.

Per raggiungere il punto di partenza: seguire le indicazioni per Capo Caccia. L'hotel Baia di Conte mette a disposizione il suo parcheggio per i partecipanti. 

Questa tappa è resa possibile grazie alla disponibilità della Cooperativa ExplorAlghero, con il supporto dell'Ente Foreste e del Parco Naturale Regionale di Porto Conte.  Info: www.visitportoconte.it 

giovedì 2 giugno 2016

Corridori e camminatori felici a Guardia Grande: un altro successo per la Porto Conte a tappe

Straordinaria partecipazione di corridori e camminatori per la seconda tappa della “Porto Conte a tappe”, andata in scena domenica mattina nella Borgata algherese di Guardia Grande. Una festa per tutti che ha nuovamente coinvolto bimbi dai sei anni sino a partecipanti alle soglie degli ottant'anni.


La borgata si è animata sin dalle prime ore del mattino con la ricognizione del percorso, l'arrivo dei partecipanti, il riscaldamento curato da Mauro Pirino della Scuola Sarda del Cammino e la partenza intorno 08,45. Un percorso straordinario, reso possibile soprattutto per la disponibilità della Società Costa del Corallo e dalla proprietà dell'Hotel Baia di Conte all'attraversamento di terreni privati molto panoramici. Dopo l'arrivo (i più veloci sono stati Enzo Salis tra gli uomini e Pasqua Canu tra le donne) la giornata si è conclusa con la consegna dei riconoscimenti e un bel pranzo all'aperto curato dal Comitato di Borgata di Guardia Grande - Corea e dall'Associazione Socio Culturale Sportiva di Guardia Grande. Il successo dell'iniziativa è frutto della collaborazione attiva dei tre Comitati di Borgata dell'agro, Maristella, Sa Segada – Tanca Farrà, Guardia Grande – Corea e di diverse associazioni del territorio.

Uda Riccardo, premiato come partecipante più giovane
Domenica 5 giugno ultima tappa: tutti all'interno della Foresta demaniale delle Prigionette con la scalata al Monte Timidone. Un percorso eccezionale, in salita in ottimo sterrato che l'anno scorso ha lasciato a bocca aperta sia i corridori sia i camminatori. Un evento reso possibile grazie all'eccezionale disponibilità della Cooperativa ExplorAlghero, con il supporto del Parco di Porto Conte e dell'Ente Foreste.  

mercoledì 1 giugno 2016

Giovedì 2 giugno a Guardia Grande vi presentiamo Alghero come non l'avete mai vista: arriva la Porto Conte a tappe

La camminata aperta a tutti e gara podistica non competitiva che giovedì 2 giugno prenderà il via dalla piazza della chiesa della Borgata di Guardia Grande è davvero speciale. Grazie infatti all'apertura dei cancelli di privati che con molto piacere hanno accolto l'invito del Comitato di Borgata di Guardia Grande – Corea a rendere disponibili le loro proprietà al passaggio dei partecipanti, si potranno ammirare la Baia delle Ninfe e il massiccio di Capo Caccia da una prospettiva davvero spettacolare. Il percorso, di circa 11,5 km, è per la maggior parte pianeggiante e per lunghi tratti si snoda ottimo sterrato, tra il silenzio e i profumi della macchia mediterranea. Saranno presenti 4 punti di ristoro con acqua, frutta, succhi e dolci. L'arrivo è previsto nuovamente nella piazza della borgata dove saranno successivamente consegnati i riconoscimenti e sarà possibile pranzare in compagnia. Partenza ore 08,30, percorso facile adatto a tutti.

L'evento di Guardia Grande, organizzato in collaborazione con i Comitati di Borgata di Guardia Grande - Corea, Maristella, Sa Segada - Tanca Farrà e le Associazioni Socio Culturale Sportiva di Guardia Grande, EduEcoAgroMaris e La Matita, è il secondo appuntamento della Porto Conte a tappe che il 29 maggio ha preso il via con successo a Maristella e terminerà domenica 5 con l'ultima tappa al Monte Timidone. (www.visitportoconte.it)

Per raggiungere la partenza nella borgata di Guardia Grande:


  • Navigatore: inserire Comune di Alghero e poi Via S'Ardiola. Parcheggiare nei parcheggi designati. Da Alghero 15 minuti in auto.
  • Senza navigatore: da Santa Maria la Palma proseguire per le Grotte di Nettuno. Seguire la provinciale per circa 4 km e svoltare a sinistra verso la Borgata di Guardia Grande.

Comitati di Borgata di Guardia Grande - Corea, Sa Segada - Tanca Farrà, Maristella

Post più popolari

Usare la tassa di soggiorno proveniente dall'agro per riqualificare le borgate. Sei d'accordo?