mercoledì 8 gennaio 2020

Borgate: protocollata petizione popolare per il Piano di Bonifica

Protocollate presso il Comune di Alghero le firme necessarie per una petizione urgente rivolta al Sindaco, Mario Conoci, con la richiesta di intervenire per verificare e rimuovere gli ostacoli tecnico - politici che a tutt'oggi impediscono l'approvazione definitiva del Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica. La petizione ha ottenuto, in breve tempo, tutte le firme utili per essere ritenuta valida secondo le norme vigenti. Tra i firmatari spiccano numerosissimi imprenditori agricoli del territorio, senza distinzione di appartenenza politica, che attendono da oltre 15 anni di poter tornare a investire sulle proprie aziende. Sono già trascorsi sei mesi dalla richiesta di integrazioni da parte della Regione al Piano di Bonifica indirizzate all'ufficio urbanistica del Comune di Alghero. Il neo assessore Emiliano Piras ha recentemente allarmato tutti quanti quando, nell'ultima riunione tenutasi a Maristella i primi di dicembre, non ha saputo fare una previsione riguardo i tempi necessari per l'approvazione definitiva dello strumento in consiglio comunale, scatenando peraltro le perplessità e le proteste dei presenti. Per questo motivo abbiamo deciso di presentare questa petizione, che arriva a coinvolgere il Sindaco, allo scopo di fare immediata  e dovuta chiarezza sullo stato dell'iter. Nelle prossime settimane riceveremo quindi risposta all'istanza così come accadrà riguardo l'Accesso civico presentato a Sant'Anna a metà dicembre. Il Comune è la casa dei cittadini e la trasparenza è uno dei principi fondamentali al quale l''attività amministrativa dovrebbe sempre ispirarsi.

Comitato di Borgata di Maristella

sabato 28 dicembre 2019

Piano di Bonifica: Accesso civico in atto

In qualità di Presidente del Comitato di Maristella rassicuro gli abitanti della borgata e dell'agro che il Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica rimane per noi una costante priorità. A tal proposito, su consiglio del nostro studio legale, il 16 dicembre scorso ho presentato personalmente al protocollo del Comune di Alghero una richiesta di Accesso civico generalizzato. Il D.Lgs. 25 maggio 2016 n. 97 ha modificato ed integrato il D.Lgs. 14 marzo 2013 n. 33 (cd. “decreto trasparenza”), con particolare riferimento al diritto di Accesso civico. Il provvedimento introduce anche in Italia il Freedom of Information Act (FOIA), che consente ai cittadini di accedere liberamente alle informazioni e ai dati raccolti dalle pubbliche amministrazioni. Per quanto ci riguarda tale procedura prevede che il Comune di Alghero fornisca le seguenti informazioni richieste: tutti gli atti, documenti, interlocuzioni tra le parti interessate (enti, consulenti, progettisti, funzionari, politici, ecc) successivamente intercorse alla verifica di coerenza di metà luglio 2019 inerente il Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica. Riceveremo risposta entro 30 giorni dalla data di presentazione della richiesta. Lo scopo è quello di verificare lo stato di avanzamento dell'iter del Piano e, documenti alla mano, confrontarli con le risultanze in nostro possesso.

Tonina Desogos - Presidente Comitato di Borgata di Maristella

venerdì 13 dicembre 2019

Angelo Sanna (video): "Non dico che l'assessore qui sta continuando a prendere in giro la gente.."

Di seguito l'ultima parte del video inerente l'intervento accalorato di Angelo Sanna, presidente del Comitato di Borgata di Guardia Grande - Corea, rivolto all'assessore all'urbanistica Emiliano Piras in occasione dell'incontro avvenuto a Maristella con tema "Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica di Alghero".

Trascrizione sintetica dell'audio di Angelo Sanna riferito al video in oggetto: "...Siamo già molto tempo che continuiamo, come si stava dicendo prima, a girarci attorno. Non dico che l'Amministrazione o in prima persona l'assessore qui sta continuando a prendere in giro la gente però alla fine dobbiamo concretizzare questa cosa altrimenti non se ne esce più!" Se lo sviluppo del territorio deve essere anche questo, dobbiamo farlo. Questo territorio sta morendo Signori, sta morendo! Perché non c'è più un'attività che regge! Ci sono 3000 ettari di incolti, cosa vogliamo fare? Cosa vogliamo fare?!"..e ancora: "La gente è stanca di continuare ad avere delle promesse che poi alla fine non danno un futuro"


Post più popolari