martedì 19 aprile 2022

Alghero, il 25 aprile si innesta il pistacchio

Pistacchio in produzione

Lunedì 25 aprile si terrà nella borgata di Guardia Grande un incontro per spiegare a livello pratico le modalità d'innesto del pistacchio su lentisco. L'evento è gratuito e a numero chiuso. Gli interessati possono accedere al gruppo facebook denominato "Pistacchio Sardegna, prospettive di coltivazione" raggiungibile da questo link e provvedere all'iscrizione all'evento. Oltre alla dimostrazione gratuita sarà possibile acquistare delle marze di pistacchio certificate, al prezzo simbolico per ciascuna e fino a esaurimento di euro 2,20 (varietà Kerma e Peter) e euro 2 (varietà Aegina e Egino), utili per tentare gli innesti a casa propria (da prenotare in anticipo). L'appuntamento è quindi fissato per le ore 10.00 di lunedì 25 aprile nel parcheggio dell'agriturismo Arcobaleno, Regione Guardia Grande, Alghero. Dopo l'incontro sarà possibile fermarsi a pranzo, con menù fisso a 25 euro, presso l'agriturismo. Pranzo da confermare entro giovedì 21 aprile.

martedì 5 aprile 2022

Pais e Conoci a Guardia Grande, Maristella non c'è.


Il Presidente del Consiglio regionale Michele Pais e il Sindaco Mario Conoci ormai dovrebbero saperlo. Anche la forma ha la sua importanza. Come comitato di borgata di Maristella siamo stati contattati da referenti del comitato zonale nurra per la riunione tenutasi ieri sera a Guardia Grande. Quel comitato non è riconosciuto come comitato di zona in quanto, numeri alla mano, alle elezioni del 2018 ha ottenuto il consenso di nemmeno il 5% della popolazione residente in agro. Per non parlare del fatto che, a fine mandato, si è auto-rinnovato senza elezioni. Ci chiediamo come possano, l'On.Pais e il sindaco Conoci, prestare il fianco della loro prestigiosa carica istituzionale a simili storture. Sarebbe stato sufficiente fare le cose per bene, inoltrare l'invito di partecipazione attraverso i canali ufficiali. In ogni modo apprendiamo da comunicati di stamattina che tutto è filato liscio. La spasmodica ricerca di anime dei giorni scorsi, purché respirassero, da far accomodare sulle sedie del salone di Guardia Grande ha ottenuto i risultati sperati. 
Sono stati presi grandi appunti su tematiche trite e ritrite che i nostri politici conoscono perfettamente da anni. Il risultato finale? Chiacchiere al vento. 

Invitiamo l'On. Pais ad agire con incisività sulle problematiche dell'agro di Alghero. Se riuscirà a ottenere risultati concreti saremo tutti pronti a sostenerlo al prossimo turno in Regione. Dall'alto della sua carica può fare molto, per la prima volta nella storia dell'agro di Alghero. Sarà annoverato con Mario Bruno e Marco Tedde tra i nostri ex rappresentanti in Regione senza risultati per il territorio oppure si distinguerà? Speriamo tutti che voglia distinguersi! Non commetta l'errore di credere che con le promesse rivolte a una claque preconfezionata riuscirà a ottenere consensi sufficienti alla rielezione.

Stesso discorso per il sindaco Conoci: dimostri il suo reale interesse per l'agro, senza aggrapparsi alla gonnella di chi i soldi li tira fuori, come Regione e Provincia. Investa anche dal bilancio comunale. Investa quanto versato dalle borgate costiere in interventi per le stesse borgate. Chiediamo quanto di competenza, a partire dalla tassa di soggiorno versata dai turisti che amano Porto Conte e che l'hanno versata per il nostro territorio, non per il centro storico.

Tonina Desogos - Presidente Comitato di Borgata di Maristella    

venerdì 25 marzo 2022

Fertilia ha la sua Dea


Nasce dal designer milanese Giulio Iacchetti, una brocca destinata a divenire riconoscibile come simbolo della borgata algherese di Fertilia.

«La brocca Dea Fertilia ambisce a diventare il souvenir di Fertilia, è un passaggio semplice, niente di complicato e a guardarla Fertilia affascina subito per la sua razionalità impeccabile, - dettaglia Giulio Iacchetti - eppure non può, come molte città della Sardegna, parlare di ritrovamenti archeologici, la sua terra, spazio per una comunità neonata, è stata sottratta all’acqua.» La brocca sarà presto disponibile per il pubblico tramite vendita diretta e on line. «Ci è anche venuto in mente, per un battesimo di questo nuovo oggetto, un lancio di promozione, un colpo di teatro: la farsa di un ritrovamento archeologico di un’ipotetica Fertilia nei panni di una dea, poi abbiamo rinunciato pensando che in effetti la terra che genera è già un processo evocato nel nome: Fertilia.»

L’oggetto, disegnato con Genesio Pistidda di Sassari, è in ceramica e viene prodotto in Sardegna, nel laboratorio artigianale Terra e Luna di Salvatore Lovicu, a Nuoro.

Post più popolari