venerdì 31 marzo 2017

Domani l'Amministrazione incontra i cittadini sul Piano di Valorizzazione della Bonifica


Domani, sabato 1 aprile 2017 alle ore 10,30 nella sala Rossa di via Columbano l'Amministrazione Comunale ha indetto un'assemblea aperta a tutti per chiarire gli aspetti del Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica di Alghero adottato in consiglio comunale nelle scorse settimane. Presumibilmente l'Assessore all'Urbanista Antonello Usai sarà disponibile a fornire chiarimenti agli imprenditori agricoli dell'agro algherese dopo le feroci critiche piovute sull'Amministrazione a causa dell'assenza di condivisione del Piano con i diretti interessati prima dell'adozione. Sarà presente anche il Sindaco Mario Bruno e parte della maggioranza del consiglio comunale.

domenica 26 marzo 2017

Tassa di soggiorno e nuovo campo polifunzionale a Guardia Grande: accordo tra Borgate

“Il nostro centro di borgata è l'unico senza impianto sportivo, i nostri ragazzi e non solo devono percorrere chilometri per poter accedere a un punto di aggregazione. I Comitati di Borgata sono d'accordo nel partire proprio dalla riqualificazione dell'ex campo sportivo di Guardia Grande”. Così la presidente del Comitato di Guardia Grande – Corea, Giuseppina Congiu che prosegue: “E' stata proposta una modifica al regolamento comunale sulla tassa di soggiorno per prevedere che una quota del 20% possa essere investita nelle borgate in modo sistematico anno dopo anno. Proponiamo all'unisono come primo intervento la riqualificazione dell'ex area sportiva di Guardia Grande per trasformarla in campo sportivo polifunzionale moderno, utile anche ad ospitare eventi e quindi al servizio del territorio e dei turisti. Il terreno è disponibile, il denaro dovrebbe esserlo visti gli 800 mila euro versati dall'agro per la tassa di soggiorno nel 2015 e 2016: ora tocca all'Amministrazione guidata da Mario Bruno fare una scelta equa a favore di tutti i cittadini algheresi. Il costo dell'operazione si aggira intorno ai 300 mila euro".   

Giuseppina Congiu - Presidente del Comitato di Borgata di Guardia Grande - Corea

sabato 25 marzo 2017

Piano di Bonifica mortificante, Amministrazione comunale sotto accusa

Nei giorni scorsi si sono riuniti, presso la sede di via Mazzini 99, con la segreteria del circolo cittadino del PD i rappresentanti del Gruppo Misto in Consiglio comunale Monica Pulina e Alessandro Nasone, di Patto Civico Alghero con Stefano Lubrano e Marco Muraglia, del Psd'Az con Giuliano Tavera, Mario Conoci e Tore Pintus e di NCD con Maria Grazia Salaris ed Emiliano Piras, e i rappresentanti dei Comitati di Borgata. 

L'incontro ha avuto come oggetto la variante urbanistica dell'area di bonifica adottata in Consiglio comunale con i soli voti della maggioranza.

I rappresentanti delle varie formazioni politiche hanno convenuto nel biasimare la totale ed incomprensibile chiusura da parte della maggioranza ad un democratico confronto con le forze di opposizione che hanno presentato numerosi emendamenti e segnalazioni frutto di una discussione continua con la popolazione dell'agro algherese. Tali indicazioni avevano l'obiettivo di migliorare un piano che invece, cosi adottato, risulta di fatto inefficace e non consente un reale rilancio dell'economia agricola.

Ha destato oltremodo perplessità la volontà da parte di alcuni membri della maggioranza in Consiglio a votare tale documento nonostante la loro palese incompatibilità.

Nessuna valorizzazione quindi, si è trattato invece di un piano di mortificazione dell'agro. Per tale ragione è stato deciso di avviare, come forze politiche, un confronto urgente con gli uffici della Regione per capire quali siano i termini e gli strumenti, qualora ve ne fossero, per modificare l'impianto disastroso proposto dall'amministrazione comunale ed approvato dalla sola maggioranza.

Dai rappresentanti i comitati di borgata è venuta fuori la richiesta chiara e precisa di fermare questa procedura perché non solo questo provvedimento non genererà gli effetti positivi auspicati ma produrrà addirittura pesanti danni all'area di bonifica.

E' intenzione delle forza politiche presenti a tale incontro di continuare il confronto ponendo al centro le tematiche prioritarie di sviluppo del nostro territorio.


PD. Patto Civico Alghero.  NCD.  Psd'az. Gruppo misto

lunedì 20 marzo 2017

In palio un week end gratis ad Alghero per due persone!

Nella splendida cornice del Parco Naturale Regionale di Porto Conte il B&B Sa Branda ospita i visitatori interessati a trascorrere vacanze in assoluto relax a pochi minuti dalle migliori spiagge della Riviera del Corallo: a due passi troviamo infatti Mugoni, Porticciolo, Lazzaretto, Le Bombarde e Porto Ferro. Incastonato tra i vigneti, il B&B Sa Branda di Alghero è tra i maggiori soci della Cantina di Santa Maria la Palma e oggi offre la possibilità di trascorrere un week end gratuito nella sua struttura a coloro che voteranno semplicemente per il concorso promosso sulla pagina facebook del B&B che si trova qui

L'occasione è speciale: lo scopo è quello di "raccogliere voti" per la riqualificazione di una parte della ex scuola della borgata di Guardia Grande, abbandonata da decenni, con l'obiettivo di realizzarvi una biblioteca per la piccola comunità. Il titolare della struttura, Dario Deriu entra nel dettaglio: "La nostra borgata necessita del contributo di tutti per essere valorizzata. Ho pensato di fare la mia parte anche in questo modo, regalando due notti per due persone nella mia struttura a chi dedicherà qualche minuto del proprio tempo nel votare l'iniziativa a favore della nostra ex scuola di borgata. Chiunque può votare e partecipare a questo mini concorso, in bocca al lupo a tutti!"


giovedì 16 marzo 2017

Tassa di soggiorno 2016: oltre 400 mila euro dall'agro

Gli introiti dell'imposta di soggiorno provenienti dai territori da Fertilia in su ammontano nel 2016 a oltre 400mila euro. Il dato ufficiale prende in considerazione gli alberghi e i campeggi, non conteggiando le imposte versate da agriturismi, b&b, case vacanze ecc. che farebbero ulteriormente lievitare la quota versata dall'area di Porto Conte. Le borgate cadono a pezzi oramai da decenni e lo scenario che si presenta alle centinaia di migliaia di turisti che ogni anno visitano il territorio è desolante. Auspichiamo che l'Amministrazione Comunale abbia la volontà di fare la cosa giusta a riguardo, trovando una soluzione affinché non tutto il gettito venga investito in città. Ricordiamo che nelle borgate non si sono visti investimenti nemmeno dagli introiti della tassa di soggiorno versati nel 2015. Un sondaggio lanciato sul sito delle borgate vede il 92% dei votanti favorevole affinché la quota degli introiti provenienti dall'agro siano investiti per la riqualificazione del territorio che li ha generati. 


Comitati di Borgata di Guardia Grande – Corea, Sa Segada – Tanca Farrà e Maristella

mercoledì 15 marzo 2017

Alghero abbandonata, salvala oggi con un voto, è gratis

La tua vera buona azione della giornata, un minuto del tuo tempo per salvare Alghero: questa la sfida lanciata dai residenti della Borgata di Guardia Grande che stanno partecipando a un concorso online per vincere dei fondi allo scopo di realizzare una biblioteca/centro culturale in una parte della ex scuola elementare della Borgata. In palio 15.000 Euro che saranno utilizzati principalmente per l'impermeabilizzazione del tetto, i serramenti, la vernice mentre i lavori saranno realizzati gratuitamente da volontari che hanno a cuore la nostra città. Se tu che leggi deciderai di non passare oltre ma di votare questo progetto le chance di vittoria saranno più alte. Ecco come fare:

  • Registrati con la tua mail o accedendo tramite facebook per votarlo
  • Una volta effettuato l'accesso cerca il progetto inserendo come località: Guardia Grande
  • Scegli: Salviamo la borgata di Guardia Grande
  • Vota con 10 voti il progetto, hai terminato!  
Non perdere l'occasione di fare una buona azione per la tua comunità, ci contiamo!

Comitato di Borgata di Guardia Grande - Corea - Alghero 

domenica 12 marzo 2017

Borgate: perché l'Amministrazione non ha condiviso il Piano con il territorio?

Leggiamo con sgomento le parole di chi rappresenta l'Amministrazione comunale relativamente ai benefici che porterà il Piano di Valorizzazione della Bonifica. Fanno la conta dei morti: 35 poderi secondo l'Amministrazione. Un errore secondo le Borgate perché questo Piano, così come concepito senza condivisione con i portatori di interessi, ha fatto e farà una strage. Il Piano infatti mina in modo molto grave la competitività agricola del territorio, rendendolo di gran lunga meno appetibile rispetto a zone contigue al di fuori del perimetro della Bonifica ma non solo. Facciamo l'esempio di Arborea, territorio di Bonifica come Alghero con PUC approvato dal 2010 conforme al PPR, dove evidentemente l'agricoltura è tutelata: lì sono state accordate regole nettamente più competitive. 

Ad Alghero la mancata condivisione con il tessuto imprenditoriale agricolo ha portato a un piano accademico che non rispecchia le esigenze del territorio e che peraltro in alcuni punti prevede un consumo del suolo ingiustificato.

Un piano affrontato dominati dalla paura anziché dal coraggio. Il coraggio della visione del futuro, della condivisione, degli interessi dei cittadini.

Mario Nonne si compiace per i pochi morti che secondo lui sono rimasti sul campo: egli, come unico rappresentante dell'agro in maggioranza, avrebbe dovuto fungere da mediatore della partita anziché disinteressarsene, per evitare i problemi che sono emersi. Nonne ha consentito che l'Amministrazione non andasse a un confronto con il territorio prima dell'adozione del Piano. Perché è accaduto questo?

Comitati di Borgata di Maristella, Guardia Grande - Corea, Sa Segada - Tanca Farrà

sabato 11 marzo 2017

Appello dalle Borgate ad Antonello Usai

Conosciamo Antonello Usai da molti anni. Lo conosciamo già Assessore Regionale all'Agricoltura, sempre in prima linea per l'agro algherese. Lo conosciamo Dirigente Laore, vicino ai Comitati di Borgata nel concedere agli stessi in utilizzo caseggiati e zone di pineta ad uso sociale con anche lo scopo di evitarne il degrado. Lo conosciamo sempre attento e sensibile nel ricevere i Comitati di Borgata condividendone le problematiche derivanti dall'abbandono in cui le varie amministrazioni succedutesi le hanno relegate. Lo stesso Antonello Usai che ha ricevuto il Comitato Rinascita della Bonifica condividendo il disagio dell'agro, sconcertato dall'iniziativa per l'istituzione del Comune di Porto Conte, risoluto nel voler porre rimedio all'arretratezza del territorio. Dov'è finito l'Antonello Usai di solo pochi mesi fa? Perché Antonello sta rischiando di screditare la sua storia politica, terminandola con l'adozione di un provvedimento non condiviso che a oggi non trova un parere positivo in tutto l'agro? Non è da lui. Speriamo possa egli fare al più presto un passo avanti, non lasciando cadere nel vuoto le istanze dei suoi concittadini dell'agro. Si può fare subito e Antonello Usai lo può fare, senza la lunga attesa, mesi o anni, per la conclusione dell'iter con le Osservazioni.

Comitato Rinascita della Bonifica

venerdì 10 marzo 2017

Mario Nonne tradisce le Borgate

E' con la tristezza nel cuore che come Comitati di Borgata siamo costretti a bocciare su tutta la linea l'operato del consigliere di maggioranza Mario Nonne in riferimento alla sua azione politica all'interno dell'Amministrazione Bruno. Tristezza derivante da un rapporto di amicizia che ci lega all'uomo Mario ma ciò non deve offuscare quello per cui Consigliere Nonne è stato eletto, cioè difendere anche gli interessi delle borgate. Siamo ormai a fine legislatura e, a parte gli annunci gratuiti di Bruno, Nonne non è riuscito a ottenere nulla di sostanziale per l'agro. Tanti bei progetti parlati ma quelli non contano come cose fatte. Sul Piano di Valorizzazione avrebbe dovuto imporsi, costringendo Sindaco e Vice Sindaco a fare la cosa giusta, condividendo le richieste del territorio, punto e basta. Nonne dopo anni non ha ancora capito che spesso le persone, a tutti i livelli, mentono anche spudoratamente pur di ottenere dagli altri ciò che vogliono. Quindi il fatto che qualcuno che lui stima affermi qualcosa non significa che sia per forza vera. Invece Nonne in prima linea abbocca sempre quando i suoi compagni parlano, li reputa oracoli commettendo così un grave errore a discapito di tutta la comunità delle borgate. “Non ci sono i soldi! Non si può fare! Erano inammissibili! La Regione ha detto no! La terra è piatta!” Non sono necessariamente affermazioni vere solo perché riferite da altri che certo non hanno a cuore le Borgate, come i fatti dimostrano giorno dopo giorno.

Sul Piano di Valorizzazione si è persa l'opportunità storica di fare le cose per bene. Le Borgate erano pronte a dare il loro contributo dopo anni di attesa del Piano, dopo averci messo il cuore per arrivare a questo punto, facendo ben oltre il loro dovere. Nonne le sa bene queste cose come sa che più volte qualche consigliere dell'opposizione gli ha dato la possibilità di fare un lavoro congiunto per il territorio, offerta sempre rigettata. Zero condivisione, tutto scritto nelle segrete stanze algheresi con il beneplacido del consigliere dell'agro.

Un successo l'adozione? E' come aver regalato una bicicletta senza pedali a un bambino mentre i pedali erano lì a portata. Certo bella ma devo spingerla a mano. E questo per cosa? Perché i pedali non li ha proposti la maggioranza che non si è nemmeno degnata di condividere cartine e norme tecniche di attuazione con le borgate?? Caro Mario la politica non è uno scherzo, non sono le risate della maggioranza, i dispetti incrociati. Ci possono anche stare ma non sulle cose che contano, non sulla pelle dei cittadini. Se hai una dignità non può bastarti il cameratismo di partito, la pacca sulla spalla per pensare di aver fatto bene. La legislatura volge al termine e, risultati alla mano per l'agro, in un paese normale non saresti mai rieletto.

Comitati di Borgata di Maristella, Sa Segada - Tanca Farrà, Guardia Grande - Corea

giovedì 9 marzo 2017

Piano di Valorizzazione, mano tesa a Bruno prima del ricorso al TAR

I Comitati di Borgata, nella giornata di mercoledì 8 marzo, hanno inoltrato due raccomandate con ricevuta di ritorno all'attenzione del Sindaco Bruno Mario e del Dirigente Settore Pianificazione del Territorio e Sviluppo economico Calzia Guido con l'invito al ritiro in autotutela dell'adozione del Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica di Alghero. La missiva invita a verificare nuovamente la non accoglibilità degli emendamenti che hanno ricevuto parere tecnico negativo giustificandoli con i rispettivi riferimenti normativi e motivazioni di rigetto. Abbiamo ragione di pensare che le richieste formulate dagli agricoltori, formalizzate in emendamenti da PD e Gruppo Misto con il supporto di tecnici di comprovata esperienza e che hanno ottenuto parere tecnico negativo, siano invece accoglibili. Abbiamo richiesto al Sindaco un incontro per chiudere bonariamente la questione: se i tecnici del Comune incaricati ai pareri hanno commesso degli errori non casca il mondo. E' possibile ritirare l'adozione, verificare rapidamente gli emendamenti, condividerli e votarli immediatamente in Consiglio Comunale. 

Siamo certi che l'Amministrazione non vorrà costringere i propri concittadini a rivolgersi al TAR entro i 60 giorni dall'adozione del Piano. Attendiamo fiduciosi un incontro con il Sindaco Bruno, informato in anticipo via mail delle raccomandate in arrivo.

Comitati di Borgata di Maristella, Guardia Grande - Corea, Sa Segada - Tanca Farrà

martedì 7 marzo 2017

Piano di Valorizzazione, Amministrazione approva un Piano che non piace a nessuno

Mario Nonne vota sì al Piano di Valorizzazione
L'Amministrazione Comunale di Alghero ha adottato il SUO Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica nel silenzio totale dell'area pubblico, sconsolatamente vuota per l'abbandono dell'assemblea da parte dei cittadini delusi. Un clima surreale che ha visto la compagine amministrativa soddisfatta per il pessimo risultato raggiunto, a discapito delle aspettative di centinaia di famiglie algheresi. Non una novità l'atteggiamento del Sindaco Bruno che ha preferito togliersi qualche sassolino dalle scarpe anziché pensare al bene di chi gli paga lo stipendio per fare gli interessi della collettività, cioè noi cittadini. Pessimo inoltre l'atteggiamento dei Consiglieri di maggioranza, a partire dal Consigliere Mario Nonne che si definisce dell'agro, che sono stati al gioco adottando un Piano che non piace a nessuno. La scusa del Sindaco relativa alla non ammissibilità degli emendamenti degli agricoltori è già stata smentita rendendo la sua dichiarazione attuale sui social un falso palese. La necessità per Bruno di avere un nemico, l'esigenza di avere un rapporto conflittuale con gli interlocutori che non la pensano come lui ma che tuttavia possono contribuire attivamente alla discussione crea un danno enorme alla città intera. Quest'uomo non si vuole fare aiutare da menti pensanti. Il Primo Cittadino di Alghero si è attorniato solo di YES MEN capaci di ridere e scherzare sulla pelle dei loro concittadini.

Comitato Rinascita della Bonifica 

Sindaco Bruno offende pesantemente Monica Pulina, solidarietà dai Comitati di Borgata

Un Sindaco che nell'animata discussione in Consiglio Comunale relativa al Piano di Valorizzazione della Bonifica risponde alla Consigliera Monica Pulina in maniera davvero maleducata e sessista risulta oltremodo offensivo nei confronti di tutte le donne. Altrettanto fuori luogo il comportamento del Presidente del Consiglio Matteo Tedde che ancora una volta non ha saputo evitare che i toni e i modi degli interventi del Sindaco non fossero consoni alla massima assise cittadina. Piena solidarietà alla Consigliera Pulina da parte di tutte le donne e gli uomini dei Comitati di Borgata di Maristella, Guardia Grande - Corea e Sa Segada - Tanca Farrà.

Comitati di Borgata di Maristella, Guardia Grande - Corea e Sa Segada - Tanca Farrà

Sa Segada – Tanca Farrà: no al Piano, norme e carte da rivedere

Il Piano di Valorizzazione adottato ieri in Consiglio Comunale non rispecchia le esigenze degli imprenditori agricoli dell'agro di Alghero. Un Piano nato male, con il coinvolgimento di persone amiche anziché dei reali portatori di interessi. Quella che ieri doveva essere una grande festa per le borgate invece si è tramutata in un incubo. Un percorso lungo quello del Piano dove i Comitati di Borgata hanno avuto un ruolo più che attivo in Regione ma che ora termina nel peggior modo possibile: l'assenza di condivisione ha fatto partorire un piano inadeguato. Una folle corsa ingiustificata quella dell'Amministrazione soprattutto in questi ultimi giorni, dove ci si sarebbe potuti incontrare per limare gli angoli e proporre un documento molto migliore. Invece non è stato fatto e senza alcun motivo. Sono 10 anni che aspettiamo questo documento e una settimana in più per una vera condivisione non avrebbe tolto nulla a nessuno. Speriamo in qualche irregolarità tecnica che possa far tornare in pista il documento così da poter apportare le opportune modifiche.

Antonio Zidda - Comitato di Borgata di Sa Segada - Tanca Farrà

Anche Maristella dice no al Piano di Valorizzazione

In Consiglio Comunale con i voti della sola maggioranza è stato adottato il Piano di Valorizzazione della Bonifica. Come Comitato di Borgata di Maristella siamo delusi e perplessi. Delusi in quanto tutti gli emendamenti migliorativi presentati dalle varie forze politiche, molti dei quali frutto di segnalazioni degli abitanti, non sono stati ammessi alla discussione; perplessi per come l'Amministrazione abbia voluto gestire l'iter e per come si sono svolti i lavori, che hanno visto l'uscita dal Consiglio di vari Consiglieri per incompatibilità e il rimanere in aula e votare il Piano da parte di Consiglieri con evidenti e comprovate incompatibilità. Non possiamo non pensare che in caso di eventuali ricorsi per le incompatibilità tutto sarebbe inficiato e, a queste condizioni, ce lo auguriamo. Per l'ennesima volta le borgate subiscono i danni derivanti da decisioni politiche sbagliate, calate dall'alto senza alcuna condivisione. Speriamo di essere in tempo per effettuare le modifiche necessarie.

Comitato di Borgata di Maristella

lunedì 6 marzo 2017

Piano di Valorizzazione, tutto da rifare

A seguito del Consiglio Comunale di questa sera con oggetto il Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica di Alghero il Comitato di Borgata di Guardia Grande - Corea si dichiara assolutamente insoddisfatto per la bocciatura degli emendamenti proposti dagli imprenditori agricoli. 

Durante il suo iter il Piano è stato oggetto di evidenti irregolarità, a partire dall'obbligatorio e mancato coinvolgimento di tutti i portatori di interesse durante le riunioni ufficiali ove previsto sino all'interpretazione che riteniamo creativa degli emendamenti da parte dei tecnici del Piano stesso.

Un Piano calato dall'alto senza concertazione con il territorio se non alla presenza di amici senza alcuna rappresentanza, nessuna riunione di maggioranza in agro con cartine e norme tecniche di attuazione per spiegare ai cittadini che cosa stava succedendo e valutare le proposte, intere aree di Bonifica estromesse dal Piano senza alcuna motivazione e altri evidenti "errori" ai quali non si è posto rimedio. Un atteggiamento da parte di questa Amministrazione paladina della condivisione, ingiustificato e ingiustificabile. La totale delusione dei cittadini rispetto a questo Piano è evidente. 

Non sarebbe stato più semplice incontrare i portatori di interesse per capire insieme le modifiche da apportare senza arrivare a emendare il Piano? Speriamo ciò possa ancora accadere nel caso di nullità dell'adozione, questa volta in un clima più sereno e costruttivo.

Comitati di Borgata di Guardia Grande - Corea

Piano di Valorizzazione della Bonifica, sì con gli emendamenti degli agricoltori

Relativamente all'articolo odierno apparso sulla Nuova Sardegna inerente il Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica i Comitati di Borgata di Maristella, Sa Segada – Tanca Farrà e Guardia Grande – Corea comunicano che, a dispetto di quanto scritto dalla testata, non erano presenti alla riunione di Guardia Grande.


I Comitati di Borgata hanno discusso relativamente al Piano in occasione della riunione a Sa Segada, tenutasi il 24 febbraio scorso, in tempo utile per ascoltare i dubbi e le perplessità dei portatori di interessi e produrre i necessari emendamenti migliorativi al Piano che poi sono stati presentati da PD e Gruppo Misto, organizzatori dell'incontro. La copianificazione con il territorio delle Norme Tecniche di Attuazione del Piano non è avvenuta prima della presentazione delle stesse pertanto l'approvazione degli emendamenti proposti è necessaria per avvicinare il Piano alle aspettative e alle esigenze degli imprenditori agricoli.

Comitati di Borgata di Maristella, Sa Segada – Tanca Farrà e Guardia Grande – Corea 

mercoledì 1 marzo 2017

Il 6 marzo il Piano di Valorizzazione approda in Consiglio comunale

Dopo tre riunioni della Commissione urbanistica presiedute da Vittorio Curedda con la presenza dell'Assessore Antonello Usai e dei tecnici comunali del Comune di Alghero che hanno redatto il Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica in coopianificazione con i tecnici regionali dell'Assessorato Urbanistica ed Enti Locali guidato da Cristiano Erriu, il giorno 6 marzo p.v. il tanto sospirato Piano arriverà in Consiglio Comunale per l'approvazione. I Comitati di Borgata di Maristellla, Guardia Grande - Corea e Sa Segada - Tanca Farrà hanno stimolato e seguito quanto più possibile da vicino le varie fasi, sia in Regione sia con l'Assessore Usai al quale riconosciamo di aver dato un'accelerazione all'iter allo scopo di consentire gli imprenditori agricoli interessati di poter accedere al più presto ai bandi a sportello del Piano di Sviluppo Rurale.

Abbiamo partecipato a tutte le riunioni della Commissione urbanistica, seguendo con attenzione quanto illustrato dai tecnici comunali, dall'Assessore competente nonché gli interventi dei componenti della Commissione urbanistica sia di maggioranza che di opposizione. In data 24 febbraio il PD e il Gruppo Misto hanno organizzato nella Borgata di Sa Segada un incontro esteso ai Comitati di Borgata e a tutti gli imprenditori agricoli del territorio affinché si potessero porre quesiti e proposte utile per gli emendamenti da presentare in Consiglio comunale. Gli uffici competenti hanno pubblicato online il Piano da tempo affinché tutti potessero documentarsi e rivolgersi ai tecnici di fiducia per approfondire la questione. Come Comitati abbiamo informato e invitato in tempo utile gli interessati. Nella riunione del 24 il tecnico a suo tempo incaricato dai Comitati a seguire il percorso del Piano lo ha illustrato nei suoi vari aspetti, derivanti sopratutto da un percorso normativo obbligato dettato dalle norme sovraordinate attualmente in vigore, PPR e Direttive per le zone agricole.

L'attento esame ha permesso di individuare alcune criticità e alcuni errori cartografici, come ad esempio indicare come zone H zone che di fatto sono sempre state zone E. Sono stati invitati gli imprenditori agricoli e i proprietari presenti a contattare il loro tecnici di fiducia al fine di verificare in modo specifico la situazione di ciascuno in modo da poter proporre, qualora esistessero ulteriori errori cartografici, le dovute modifiche entro il primo marzo. Dopo il primo marzo e sino al 6 marzo i tecnici comunali esamineranno la compatibilità tecnica degli emendamenti. Eventuali segnalazioni dopo l'adozione in Consiglio comunale potranno essere proposte entro 60 giorni. 

Auspichiamo che in Consiglio comunale prevalgano le sane logiche del buon senso contro le sterili ideologie partitiche che in questo momento penalizzerebbero, per l'ennesima volta, le borgate della Bonifica storica di Alghero.

Comitati di Borgata di Maristellla, Guardia Grande - Corea e Sa Segada - Tanca Farrà

Post più popolari

Usare la tassa di soggiorno proveniente dall'agro per riqualificare le borgate. Sei d'accordo?