Usare la tassa di soggiorno proveniente dall'agro per riqualificare le borgate. Sei d'accordo?

lunedì 12 febbraio 2018

Abbattimento dei daini a Porto Conte: sì dalle Borgate

Parere favorevole da parte del Comitato Regionale Faunistico sulla possibilità di abbattimento dei daini in eccesso richiesta dal Parco Naturale Regionale di Porto Conte. Polemiche da parte degli ambientalisti, contrari all'abbattimento dell'animale, al quale rispondono via social Tonina Desogos, presidente del Comitato di Borgata di Maristella e il Consigliere Comunale Mimmo Pirisi.

---------------------------
Tonina Desogos: "Gli ambientalisti, nel caso specifico, dimostrano, ancora una volta, la lontananza dalla realtà che è costretto ad affrontare giornalmente chi deve confrontarsi con i danni causati da daini, cinghiali, cornacchie e altra fauna selvatica. Le produzioni agricole e la sicurezza delle persone dovrebbero sempre, essere la priorità. Daini, come qualcuno ben dice, saltano anche recinzioni alte due metri, pertanto l’agricoltura quale accorgimento può porre in essere per difendere le coltivazioni?? Prediligono le gemme, quale produzione può salvarsi da simile flagello? Te li trovi in un attimo di fronte all’auto, senza via di scampo. Altrettanto dicasi dei cinghiali che oltre a danneggiare le produzioni, essere fonte costante di pericolo per animali, cose e persone, ultimamente sono un giornaliero problema per in contenitori dei rifiuti in cui fanno razzie. Quindi si continuano a perpetuare errori in nome di un ambientalismo sfrenato: 
1-introduzione fauna non autoctona.
2-abbattimento selettivo blando facilmente vanificato dalla riproduzione naturale delle varie specie selvatiche.
Pertanto non serve spostare in altro luogo la fauna in quanto si sposterebbero solo i disaggi da essa derivanti.Occorrono invece azioni definitive per ristabilire il giusto rapporto di presenza della fauna che il territorio può sopportare. Perché è una mera illusione, quella degli ambientalisti, e di chi pensa che lasciando crescere senza controllo la fauna selvatica di protegga e si faccia bene all’ambiente. Chiedetevi dove sono finite specie come lepri, conigli selvatici, pernici, chiocciole ecc., dove sono finite varietà arboree tipiche delle nostre zone, e vi sarete risposti da soli".
---------------
Sulla stessa linea Mimmo Pirisi: "Si critica la decisione di contenere l'enorme numero di daini proponendo il trasferimento degli esuberi in altri parchi....siiii come è stato fatto nel caso del Parco di Porto conte .....non bastano i problemi creati nel territorio ne vogliamo creare anche in altre parte dell'Isola......"

Post più popolari