Usare la tassa di soggiorno proveniente dall'agro per riqualificare le borgate. Sei d'accordo?

mercoledì 26 luglio 2017

Sporche le spiagge di Porto Conte ma per Giusy Piccone non c'è fretta

La Presidente della sesta commissione Bilancio, finanze e demanio, tributi, Giusy Piccone, per ben due volte ha rimandato la discussione relativa alla ripartizione equa della tassa di soggiorno su tutto il territorio comunale. Nel frattempo sono trascorsi lunghi mesi, è arrivata l'estate e spiagge, strade e borgate a nord di Alghero si presentano ai turisti in condizioni pietose. Nemmeno una parte degli oltre 400 mila euro di tassa di soggiorno attraverso i quali, ogni anno, le strutture ricettive a nord di Fertilia contribuiscono alle casse comunali ritornano indietro sotto forma di investimenti in decoro urbano. Porto Conte è presa da questa amministrazione come una vacca da mungere senza tuttavia cibarla affinché produca sempre di più ma anzi, pare cerchino di farla morire di fame. Dove è finito il denaro delle due estati trascorse? Non si ha vergogna nell'affermare che Alghero è una e non si vuole differenziare mentre poi, per ben due anni, i territori a nord di Alghero sono rimasti senza investimenti nel decoro urbano dopo gli oltre 800 mila euro versati? Incredibile quindi l'atteggiamento della maggioranza che pare non capire che investire su Porto Conte significa ridare slancio all'intera città di Alghero. Eppure i dati inconfutabili sono sotto gli occhi di tutti: la classifica delle attrazioni più apprezzate di Alghero, secondo l'internazionale tripadvisor, ne vede ben otto delle prime dieci situate a nord di Fertilia. Giusy Piccone si assuma quindi le sue responsabilità e dica, senza ulteriori tentennamenti, cosa vogliono fare lei e la sua maggioranza con la tassa di soggiorno, chiudendo la questione senza più rimandare o accampare scuse infondate che la squalifichino politicamente per la loro ridicola inconsistenza.

Tonina Desogos - Comitato di Borgata di Maristella

domenica 16 luglio 2017

Emergenza immondizia alla Bombarde (video)

Una delle spiagge top di Alghero, le Bombarde, versa in una situazione di degrado ambientale non tollerabile, men che meno in questa fase così calda della stagione turistica cioè quando migliaia di turisti transitano per quella zona e imprimono nella memoria il contrasto tra ciò che offre la natura e ciò che è capace di fare l'uomo a una delle perle delle Riviera del Corallo. Dopo la segnalazione di alcune persone siamo stati a verificare e purtroppo, con rammarico, abbiamo potuto constatare la veridicità delle immagini proposte. Certo, anche i turisti dovrebbero essere più attenti ma in un'area così delicata sarebbe quantomeno necessaria una visita quotidiana da parte di chi si occupa della nettezza urbana. Chiediamo all'Assessore Raniero Selva di verificare la situazione e di procedere a una programmazione degli interventi al fine di evitare il ripetersi di questo scempio, gravissimo danno per l'immagine turistica di Alghero.





Tonina Desogos  - Presidente Comitato di Borgata di Maristella

giovedì 13 luglio 2017

Siccità in Sardegna, soffrono anche le api di Alghero

La grave siccità unita al caldo persistente stanno mettendo a dura prova le famiglie di api che bottinano nell'agro di Alghero. Gli apicoltori sono in allarme poiché una delle fioriture annuali più abbondanti, quella dell'Eucalipto, sta dando scarsi risultati. La zona è ambita per questa fioritura che attira ogni anno apicoltori da tutta la Sardegna ma la stagione si preannuncia come la peggiore degli ultimi decenni. La siccità ha limitato considerevolmente il nettare sui fiori e le api, anziché uscire a bottinare sui fiori, sono costrette a spendere le proprie energie oziando e ventilando nelle arnie per contrastare la calura giornaliera. Nell'agro si attende la pioggia che tuttavia, secondo le previsioni, non è prevista almeno fino alla fine del mese di luglio.

martedì 11 luglio 2017

Pronto il nuovo PAI della Bonifica di Alghero

Il nuovo studio di dettaglio per l'adeguamento degli strumenti urbanistici comunali al Piano di Assetto Idrogeologico (PAI) per quanto riguarda la Bonifica di Alghero sarà consegnato dai tecnici incaricati questa settimana. La palla passerà poi all'Autorità di Bacino della Regione Sardegna che, attraverso il proprio Comitato Istituzionale, dovrà approvare il documento utile per la redazione del tanto atteso Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica di Alghero. Il Comitato Istituzionale dell’Autorità di Bacino Regionale della Sardegna si riunisce indicativamente una volta al mese ma per svariati motivi le riunioni possono essere rimandate. Il prossimo Comitato dovrebbe riunirsi a settembre. Vista l'urgenza del provvedimento, i Comitati di Borgata di Guardia Grande - Corea, Maristella e Sa Segada - Tanca Farrà, che stanno seguendo l'iter sin dal principio, hanno sollecitato gli organi competenti affinché si proceda con la massima celerità. In particolare, in questa fase, gli uffici comunali dovrebbero inoltrare al più presto il nuovo PAI all'ADIS affichè si possa discutere a settembre.

Giuseppina Congiu - Presidente del Comitato di Borgata di Guardia Grande - Corea
Tonina Desogos - Presidente del Comitato di Borgata di Maristella
Antonio Zidda - Presidente del Comitato di Borgata di Sa Segada - Tanca Farrà

martedì 4 luglio 2017

Crisi idrica nella Nurra, agricoltori contrariati

La crisi idrica che ha colpito la Sardegna non ha risparmiato la Bonifica di Alghero con gravi disagi per gli agricoltori che stanno cercando di far fronte all'emergenza. Il Consorzio di Bonifica della Nurra ha cercato di correre ai ripari razionando l'acqua e cercando di ottimizzare le risorse ma le lamentele da parte degli agricoltori non si sono placate palesandosi ultimamente anche sui social network. Pare vi siano delle zone infatti dove l'acqua non venga erogata da quasi una settimana e altre invece dove scorra per giorni ininterrottamente: questa situazione esaspera alcuni agricoltori che vorrebbero si trovasse una soluzione equa, come un calendario irriguo, per consentire a tutti i consorziati di avere l'acqua in egual misura, senza discriminazioni territoriali. Il Presidente del Consorzio di Bonifica, Gavino Zirattu, spiega che la questione non è semplice come sembrerebbe. Per la conformazione della rete infatti, un calendario di distribuzione consentirebbe di distribuire l'acqua ad ogni zona una volta ogni otto giorni. Quindi la situazione sarebbe peggiorativa rispetto all'attuale. Nel frattempo la Provincia di Sassari ha autorizzato il prelievo di acqua dal Rio Mannu, proseguono gli interventi tecnici da parte del Consorzio per ottimizzare l'erogazione e gli agricoltori penalizzati si attrezzano come possono per evitare di perdere il raccolto.

lunedì 3 luglio 2017

Da Miss Fragola a Miss Italia, l'algherese Eleonara Cadone in corsa per la fascia

La ventenne algherese Eleonora Cadone ha vinto venerdì la Fascia "Miss Rocchetta" e sabato la fascia "Miss Equilibra" presso l'Hotel Orlando Resort di Villagrande Strisaili. L'occasione era la selezione per la conquista del diritto di accesso alla finale regionale di Miss Italia che si terrà a Sassari il 23 agosto prossimo e che incoronerà Miss Sardegna 2017. La splendida Miss della Riviera del Corallo, eletta questa primavera Miss Fragola alla Sagra della Fragola di Sa Segada, sarà quindi a Sassari per giocarsi una delle 6 fasce a disposizione, oltre a quella di Miss Sardegna, che la porterebbero diritta alle selezioni finali nazionali. Eleonora ha dichiarato: "Sono molto onorata e contenta di partecipare alle selezioni di Miss Italia, è una dedica e un orgoglio che voglio regalare principalmente ai miei nonni che da sempre mi sollecitano alla partecipazione a questo concorso". Un grande in bocca al lupo quindi alla nostra Eleonora che ha tutte le carte in regola per proseguire con successo nel suo percorso. Alghero tifa per lei.

M.D. riproduzione riservata

sabato 1 luglio 2017

Raniero Selva volga lo sguardo anche alle Borgate

Invitiamo l'Assessore all'Ambiente Raniero Selva a normalizzare al più presto la situazione della raccolta differenziata nelle borgate di Alghero. Da anni lamentiamo l'assenza della differenziata riguardante plastica e carta e siamo andati ben oltre il limite della pazienza. Peraltro le borgate sono in zona pre-parco e d'estate siamo soggetti al costante biasimo dei turisti che visitano la zona e si trovano a dover constatare e lamentare l'arretratezza del servizio raccolta differenziata dei rifiuti. Si vada quindi oltre le scuse per un passato da dimenticare e si agisca immediatamente per risolvere una situazione che danneggia tutta Alghero giorno dopo giorno. Non crediamo sia così complicato estendere la differenziata completa su tutto il territorio comunale in attesa delle tanto sospirate isole ecologiche. In merito alla raccolta della plastica poi, le spiagge di Porticciolo e Mugoni sono state dotate quest'anno di bidoni pertanto, lo stesso mezzo che si reca a ritirare lì, potrebbe fare anche il giro nelle borgate. Auspichiamo che l'Assessore Selva trovi una soluzione entro pochi giorni. 

Comitati di Borgata di Guardia Grande - Corea e Sa Segada - Tanca Farrà

Post più popolari