Usare la tassa di soggiorno proveniente dall'agro per riqualificare le borgate. Sei d'accordo?

venerdì 10 marzo 2017

Mario Nonne tradisce le Borgate

E' con la tristezza nel cuore che come Comitati di Borgata siamo costretti a bocciare su tutta la linea l'operato del consigliere di maggioranza Mario Nonne in riferimento alla sua azione politica all'interno dell'Amministrazione Bruno. Tristezza derivante da un rapporto di amicizia che ci lega all'uomo Mario ma ciò non deve offuscare quello per cui Consigliere Nonne è stato eletto, cioè difendere anche gli interessi delle borgate. Siamo ormai a fine legislatura e, a parte gli annunci gratuiti di Bruno, Nonne non è riuscito a ottenere nulla di sostanziale per l'agro. Tanti bei progetti parlati ma quelli non contano come cose fatte. Sul Piano di Valorizzazione avrebbe dovuto imporsi, costringendo Sindaco e Vice Sindaco a fare la cosa giusta, condividendo le richieste del territorio, punto e basta. Nonne dopo anni non ha ancora capito che spesso le persone, a tutti i livelli, mentono anche spudoratamente pur di ottenere dagli altri ciò che vogliono. Quindi il fatto che qualcuno che lui stima affermi qualcosa non significa che sia per forza vera. Invece Nonne in prima linea abbocca sempre quando i suoi compagni parlano, li reputa oracoli commettendo così un grave errore a discapito di tutta la comunità delle borgate. “Non ci sono i soldi! Non si può fare! Erano inammissibili! La Regione ha detto no! La terra è piatta!” Non sono necessariamente affermazioni vere solo perché riferite da altri che certo non hanno a cuore le Borgate, come i fatti dimostrano giorno dopo giorno.

Sul Piano di Valorizzazione si è persa l'opportunità storica di fare le cose per bene. Le Borgate erano pronte a dare il loro contributo dopo anni di attesa del Piano, dopo averci messo il cuore per arrivare a questo punto, facendo ben oltre il loro dovere. Nonne le sa bene queste cose come sa che più volte qualche consigliere dell'opposizione gli ha dato la possibilità di fare un lavoro congiunto per il territorio, offerta sempre rigettata. Zero condivisione, tutto scritto nelle segrete stanze algheresi con il beneplacido del consigliere dell'agro.

Un successo l'adozione? E' come aver regalato una bicicletta senza pedali a un bambino mentre i pedali erano lì a portata. Certo bella ma devo spingerla a mano. E questo per cosa? Perché i pedali non li ha proposti la maggioranza che non si è nemmeno degnata di condividere cartine e norme tecniche di attuazione con le borgate?? Caro Mario la politica non è uno scherzo, non sono le risate della maggioranza, i dispetti incrociati. Ci possono anche stare ma non sulle cose che contano, non sulla pelle dei cittadini. Se hai una dignità non può bastarti il cameratismo di partito, la pacca sulla spalla per pensare di aver fatto bene. La legislatura volge al termine e, risultati alla mano per l'agro, in un paese normale non saresti mai rieletto.

Comitati di Borgata di Maristella, Sa Segada - Tanca Farrà, Guardia Grande - Corea

Post più popolari