Usare la tassa di soggiorno proveniente dall'agro per riqualificare le borgate. Sei d'accordo?

giovedì 16 febbraio 2017

Immobili regionali in agro: forse ci siamo

Il Sindaco Bruno ha deciso che l'agro di Alghero non lo è più solo di nome ma anche di fatto. E, abbiamo conferma dalla Regione, si è attivato ufficialmente per far prendere in carico al Comune le strade e gli immobili pubblici del territorio che ora sono nelle mani di Cagliari. Si tratta di 120 km di strade e di molte strutture ad oggi adibite a fini sociali. Una situazione imbarazzante quella che ha vissuto sino a ora Alghero, unico Comune in Sardegna ad essersi completamente disinteressato del patrimonio immobiliare sul proprio territorio rendendolo, di fatto, un comprensorio di serie B, protagonista di degrado e continui rimpalli di competenze. Se l'operazione dovesse andare in porto, oltre a divenire un indiscusso successo per l'attuale amministrazione, si colmerebbe in parte la distanza, anche psicologica, che ha sempre visto le borgate ritenute come un peso per Alghero e non come un'opportunità. Porto Conte rende alla città in modo diretto e indiretto milioni di euro ogni anno: il passaggio dei beni è un atto dovuto e non più rimandabile.

Il Piano di Valorizzazione della Bonifica e l'acquisizione del patrimonio regionale in agro devono essere il punto di partenza per la rinascita dell'agro di Alghero.

Comitati di Borgata di Maristella, Sa Segada - Tanca Farrà, Guardia Grande - Corea

Post più popolari