Usare la tassa di soggiorno proveniente dall'agro per riqualificare le borgate. Sei d'accordo?

martedì 30 agosto 2016

Guardia Grande, richiesto incontro con l'Amministrazione per il servizio Scuolabus

Si tenuta ieri sera nel salone sociale di Guardia Grande la riunione voluta dai genitori delle borgate della bonifica e coordinata dai rappresentanti dei Comitati di Borgata di Guardia Grande - Corea, Sa Segada - Tanca Farrà e Maristella, avente per argomento il servizio scuolabus. La sala era gremita di genitori con la presenza anche degli autisti e delle assistenti degli scuolabus che hanno assicurato il servizio sino al passato anno scolastico. Sono intervenuti nel dibattito numerosi genitori che hanno manifestato varie perplessità relative all'ipotesi di variazioni al servizio che porterebbero a modifiche sostanziali quali, per esempio, la mancata presenza delle assistenti sui mezzi e il raggruppamento dei bambini in punti di raccolta e non più il prelievo degli stessi porta a porta, come finora fatto. Sono intervenuti anche gli autisti e le assistenti che hanno espresso i timori relativi ad un eventuale non conferma con conseguente perdita del posto di lavoro. Il clima di incertezza generale è stato innescato da accadimenti allarmanti, come il passaggio di persone tra le case dell'agro, a quanto pare inviati della ditta che ha vinto il nuovo appalto, che avrebbero riferito ai genitori che alcune strade non sarebbero più state servite dagli scuolabus.

Nel frattempo dall'Amministrazione, per voce dell'Assessore alla Pubblica Istruzione Gabriella Esposito, è giunto un comunicato: “Il nuovo servizio di trasporto scolastico della città di Alghero sarà di qualità, basato sull’innalzamento del livello dei servizi e prevede la salvaguardia dell’occupazione e 11 nuovi automezzi; in attesa del pronunciamento del tar previsto per il 16 ottobre, sarà comunque garantito il servizio dall’avvio dell’anno scolastico con l’utilizzo temporaneo degli scuolabus dell’Amministrazione adeguatamente revisionati". “Non ci dovrà essere alcuna perdita di posti di lavoro, è prioritario il mantenimento di livelli occupazionali per tutto il periodo di durata del servizio, autisti e assistenti di bordo incaricati. Abbiamo chiesto di proseguire con il porta a porta, come prevede il nuovo bando. Ci sarà una attenta sorveglianza per una corretta attuazione del capitolato e per il rilevamento di eventuali criticità del sevizio. Abbiamo chiesto e chiederemo il rispetto delle norme che regolano il capitolato d’appalto, ma soprattutto quello che preme all’Amministrazione e l’innalzamento della qualità del trasporto scolastico a tutto vantaggio delle famiglie”.

Dopo il dibattito l'assemblea ha votato per alzata di mano all'unanimità quanto segue:


1 - Richiesta di incontro urgente con Sindaco e Assessore competente con una delegazione di genitori e rappresentanti dei Comitati, formata durante l'assemblea, per ricevere delucidazioni.

2 - Richiesta che venga rispettato il capitolato d'appalto, con particolare riferimento al miglioramento del servizio compresa la dotazione dei mezzi, la presenza delle assistenti e la riconferma degli autisti dell'anno precedente, nonché il prelevamento dei bambini porta a porta. Diversi genitori si sono riservati la facoltà di effettuare l'iscrizione e il pagamento del servizio dopo l'esito dell'incontro con gli amministratori.

D.M.

lunedì 29 agosto 2016

Bimbo si sente male a Mugoni, soccorsi tardivi da Alghero

Questo pomeriggio poco dopo le 16 sulla spiaggia di Mugoni un bimbo di circa due anni ha avuto una crisi compulsivo respiratoria. Il padre ha cercato immediatamente aiuto, allarmando tutta la spiaggia, alla ricerca di qualcuno che potesse assistere il piccolo. Una signora si è prestata per le prima manovre di soccorso, in attesa dell'ambulanza che è giunta sul posto dopo circa 20 minuti. Il bimbo è stato trasportato d'urgenza in pediatria a Alghero. 

I numerosi bagnanti che hanno assistito alla scena sono rimasti in apprensione per quei 20 minuti di attesa dell'ambulanza, che sono parsi un'eternità. 

Ricordiamo che sino all'anno scorso l'ambulanza era presente, nel periodo estivo, nella borgata di Maristella. Da quest'anno la base più vicina è Fertilia ma non pare una scelta particolarmente fortunata per servire con tempestività le molto frequentate spiagge di Porto Conte.

D.M.

venerdì 26 agosto 2016

Sa Segada: sì al concerto di sabato 27 agosto

Domani, sabato 27 agosto, è giornata di lutto nazionale, a fronte del disastro del terremoto avvenuto nel centro Italia. Come Presidente del Comitato di borgata di Sa Segada - Tanca Farrà, organizzatore della festa della borgata prevista  a partire da domani, con relativo concerto del gruppo "TRAIN TO ROOTS",  mi sono trovato nel dubbio sull'opportunità o meno di rimandare l'iniziativa, con tutto organizzato da mesi e relative spese già sostenute. Alla fine il Comitato ha deciso di dare seguito all'evento, ma senza scordarsi della tragedia che ci ha colpiti come Nazione.

Per questo stiamo predisponendo in queste ore una raccolta fondi a favore dei territori interessati dal terremoto e si terrà domani, prima del concerto di fine serata, un minuto di silenzio in ricordo delle vittime.

Antonio Zidda - Presidente del Comitato di Borgata di Sa Segada - Tanca Farrà

Problemi con il nuovo servizio Scuolabus, le borgate si mobilitano

Lunedì 29 agosto alle ore 19,30 presso il Salone Sociale della Borgata di Guardia Grande si terrà una riunione per capire quale sia la situazione relativamente al servizio Scuolabus che, con l'aggiudicazione del nuovo appalto, parrebbe non rispondere più alle esigenze dei cittadini.

In particolare, parrebbe (riferito da diversi genitori) che il nuovo gestore non sia più disponibile a effettuare il servizio “Porta a porta” come in passato e che voglia eliminare le assistenti all'interno degli scuolabus. Due questioni di vitale importanza perché il servizio, che è sempre stato porta a porta, è assolutamente necessario per come è la conformazione dell'agro e per venire incontro alle esigenze delle famiglie che non hanno un'auto a disposizione. Le assistenti sullo scuolabus sono poi aiuti insostituibili per la sicurezza dei bambini durante il tragitto. Con il nuovo appalto sono sorti problemi anche con gli autisti che parrebbero non riconfermati. 

Comitati di Borgata di Guardia Grande – Corea, Maristella, Sa Segada – Tanca Farrà


venerdì 19 agosto 2016

Sa Segada ripulita: ora si chiedono i controlli per smascherare gli incivili

A seguito delle ripetute e pressanti richieste da parte dei rispettivi Comitati di Borgata, finalmente le discariche di rifiuti di ogni genere presenti a Sa Segada e Guardia Grande sono state eliminate ad opera del servizio di igiene pubblica del Comune di Alghero. Sebbene tale servizio sia un diritto dovuto agli abitanti che a tal fine pagano le tasse ci sentiamo, comunque, di rivolgere un plauso all'Amministrazione e in particolar modo all'Assessore Selva per l'impegno nella temporanea risoluzione del problema. Gli abitanti delle borgate hanno da sempre a cuore il decoro dei rispettivi territori e con numerosi interventi volontari denominati "giornate ecologiche" operano da anni per mantenere e promuovere la pulizia in zone spesso dimenticate dagli amministratori. Appare comunque evidente che, sebbene disposti alla collaborazione, i residenti non possono sostituirsi agli organismi preposti a tali servizi. Stesso discorso vale per la vigilanza nei siti anch'essa di pertinenza dell'ente locale nelle figure preposte. Chiediamo per l'ennesima volta che nei siti critici ormai identificati vengano installate telecamere come già promesso dall'Assessore alle borgate Cacciotto nei vari incontri con i rappresentanti dei Comitati di Borgata. Un controllo dei siti farà da deterrente ad eventuali azioni ad opera dei pochi incivili indigeni e/o di passaggio, abbinando a questo le costanti segnalazioni da parte del Comitati allo scopo di migliorare il servizio.

Comitati di Borgata di Sa Segada - Tanca Farrà, Guardia Grande - Corea, Maristella

sabato 13 agosto 2016

Ripulita la zona cassonetti di Guardia Grande

Dopo oltre un mese di segnalazioni alle autorità competenti da parte del Comitato di Borgata di Guardia Grande - Corea, di cittadini e perfino dopo lettere ai media da parte di turisti indignati, è stata ripulita venerdì l'area cassonetti di Guardia Grande. Speriamo che non si sia trattato di un intervento una tantum ma bensì di un nuovo corso per il servizio di raccolta dei rifiuti ordinario e straordinario nelle borgate. Auspichiamo che ora partano anche i controlli per cogliere in fallo gli incivili che depositano ogni tipo di materiale nell'area infischiandosene delle disposizioni comunali. 

Invitiamo i cittadini che dovessero sorprendere gli "scaricatori seriali" a prendere il numero di targa dei mezzi, fare foto con il cellulare se possibile e segnalare il tutto al Comitato di Borgata.

Comitato di Borgata di Guardia Grande - Corea

giovedì 11 agosto 2016

Piano della Bonifica, l'Amministrazione cazzeggia

I video sono eloquenti e inequivocabili: il Comune di Alghero non riesce a stare al passo con le richieste della Regione in merito alla documentazione da presentare per una rapida approvazione del Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica.

"Noi cerchiamo di accelerare però tutti devono fare la propria parte", Queste le parole usate dal tecnico regionale Ing. Vannini per spiegare i ritardi dell'amministrazione comunale di Alghero che, il 21 luglio, non ha presentato in Regione le parti salienti del Piano e si era impegnata a presentarle entro 10-15 giorni, ormai trascorsi. In pratica, il 21 luglio sono state presentate montagne di chiacchiere, per l'appunto "Accademia" come viene ripetuto dal tecnico regionale. Nessuna indicazione operativa, quelle 3 paginette in croce che la Bonifica attende da oltre 10 anni non sono state presentate.


Il 21 luglio peraltro, era anche la data indicata nell'ultima Commissione Urbanistica dall'Assessore Usai oltre la quale avrebbe reso disponibile la documentazione operativa presentata nelle slide proiettate in via Columbano. Decine di orecchie presenti possono testimoniare le affermazioni dell'Assessore. Che cosa quindi non sta funzionando all'interno della macchina amministrativa di Alghero? Chi non sta facendo il proprio dovere ritardando di fatto l'approvazione di un documento importantissimo per l'agro di Alghero?


Tonina Desogos - Presidente del Comitato di Borgata di Maristella

domenica 7 agosto 2016

Borgate di Alghero , incontro in Regione per commissariare il Comune

L'ambiente ha un valore, soprattutto in Sardegna dove i turisti, uno dei beni più preziosi dell'economia isolana, devono essere accolti centrando le loro più alte aspettative. La Regione investe ogni anno in promozione turistica milioni di euro e ciò che viene promosso in Italia e all'estero sono in primis il nostro ambiente incontaminato, la cultura e i prodotti tipici. Ai Comuni spetta, tra le altre cose, il compito di accogliere gli ospiti facendo del proprio meglio affinché le vacanze in Sardegna possano tramutarsi in esperienze uniche, da raccontare con entusiasmo ad amici e parenti. 

Crediamo che quelle amministrazioni comunali che vanificano gli sforzi della Regione (e di tutti coloro che lavorano con il turismo), soprattutto nella mancata difesa dell'ambiente, debbano essere dapprima ammonite sino ad arrivare al commissariamento, prevedendo altresì, per i fautori dei danni, l'interderdizione dai pubblici uffici in modo perpetuo. Sulla salute pubblica e sull'economia non si scherza e chi, nel ventunesimo secolo, non è in grado di capire le enormi conseguenze dei disservizi nel controllo e nella gestione dei rifiuti, non può essere lasciato fare e deve necessariamente essere inquadrato dall'alto. 

Le borgate di Alghero vivono e denunciano uno stato di abbandono umiliante. La questione dei mancati controlli e dell'inefficienza cronica del servizio di nettezza urbana nell'area parco e pre-parco è inaccettabile. Scaricare le colpe su altri, pensare di risolvere la situazione con comunicati stampa, prendere per fessi i cittadini senza trovare immediate soluzioni concrete è altrettanto inammissibile, oltre che ridicolo e penoso.

Chiederemo alla Regione di impegnarsi per promuovere una legge regionale che possa arrivare a rimuovere quegli amministratori che, dopo segnalazioni verificate, proseguono imperterriti nel consentire lo stupro sistematico del territorio sardo con i conseguenti incalcolabili danni economici, sociali, di salute e d'immagine per i loro datori di lavoro, cioè i cittadini che li hanno votati. Nelle proprie case private chi amministra può serenamente decidere di vivere tra la rogna ma non è più tollerabile che tale situazione venga esportata all'esterno, danneggiando la collettività intera.

Comitati di Borgata di Sa Segada - Tanca Farrá, Maristella, Guardia Grande - Corea

venerdì 5 agosto 2016

Guardia Grande, la risposta del Comitato di Borgata

Dopo decine di segnalazioni nell'ultimo mese da parte del Comitato di Borgata di Guardia Grande - Corea agli uffici competenti e ai referenti dell'Amministrazione riguardo l'inaccettabile degrado della zona dei cassonetti della Borgata, ecco arrivare la lettera di lamentela di una turista. Ma chissà in quanti hanno pensato le stesse cose e non hanno avuto voglia o tempo per dedicare le proprie vacanze alle lamentele. La situazione che vive la nostra borgata è indecente e paradossale. Ad ogni nostra chiamata o messaggio corredato di foto ci vengono promessi dal Comune interventi immediati ma poi nulla accade. Nel frattempo i turisti rimangono sconvolti dal contrasto natura - spazzatura, in un'area pre-parco che dovrebbe essere uno dei fiori all'occhiello dell'area di Porto Conte. 

La tristezza si amplifica ulteriormente quando pensiamo che il comprensorio di Guardia Grande contribuisce alla tassa di soggiorno comunale per oltre 250.000 Euro l'anno. A fronte di questo dovremmo essere un piccolo gioiello: dove sono finiti questi soldi?

Gli incivili che, da tutto l'agro, scaricano qualsiasi materiale nell'area cassonetti di Guardia Grande devono essere intercettati e puniti, questo è certo. Nel frattempo però la zona cassonetti deve assolutamente essere ripulita, non è questo il ricordo di Alghero e della Sardegna che i turisti vogliono portarsi a casa. È una vergogna!

Comitato di Borgata Guardia Grande - Corea

giovedì 4 agosto 2016

Guardia Grande, lettera di una turista indignata per la spazzatura

Gentili Signori,

siamo turisti Italiani e ci piace alloggiare nelle Borgate per stare fuori dal caos del centro cittá.

Siamo in piena stagione turistica  e la situazione dei rifiuti nella Borgata di Guardia Grande e’ vergognosa! Mai visto in vita mia una cosa del genere se non in TV a Napoli.

Immondizia maleodorante sparsa per strada da settimane con cani randagi, topi di fogna ed altri animali a fare razzia e spargere chissá quali malattie. Le strade adiacenti il centro della borgata non sono da meno, con rifiuti di ogni genere abbandonati sul ciglio della strada, nell’incuria generale.
  
Siamo qui anche noi in vacanza, amiamo la Sardegna ma vedere cosi’ tanti rifiuti per le strade e questa puzza è una cosa non più accettabile e ci chiediamo, insieme a moltissimi altri turisti se sia il caso di prenotare da un’altra parte il prossimo anno.

Ieri i miei figli mi hanno chiesto come mai questo paesino è cosi sporco e puzza e nessuno pulisce. Loro non sono abituati a vedere la pattumiera fuori abbandonata in strada perchè “su da noi” le cose se non funzionano le facciamo funzianare.

Gli ho spiegato che purtroppo in questa zona molte persone sono maleducate e che purtroppo le tante brave persone rimaste si sono rassegnate a vivere in una discarica a cielo aperto.

Gli ho anche spiegato che però non è giusto rassegnarsi e che ache loro possono fare qualcosa per migliorare perche’ non bisogna sempre aspettare che le cose le sistemino gli altri, soprattutto se si tratta di un posto che piace.

Allora oggi abbiamo preso due sacchi, affilato tre basoni e ci siamo messi NOI a ripulire dai rifiuti quasi 1 km di strada adiacente la borgata. Abbiamo tolto quasi tutto e la prossima volta ache passeremo in bicicletta o a piedi saremo contenti di aver contribuito a fare del bene.

In un’ora abbiamo raccolto quasi 2 sacchi di spazzatura. I bambini l’hanno presa come un gioco. Un gioco però che li ha educati a capire che se si vuol cambire non bisogna aspettare gli altri o le giornate ecologiche ma ogni giorno si può fare qualcosa.

Inoltre abbiamo convinto dei nostri amici del Nord Europa a visitare per la prima volta la Sardegna e loro hanno visitato anche Guardia Grande. Sinceramente, da Italiana mi sono vergognata profondamente quando hanno visto quella spazzatura per strada, la puzza e i topi.

Mi sono scusata da italiana per quello che hanno visto a Guardia Grande. Questa non è l’Italia che loro hanno in mente e certamente non rappresenta noi lavoratori onesti.
  
Avevo in mente i Sardi come un popolo orgoglioso e coraggioso, tenace ed intelligente che combatte per la propria splendida terra. Forse non è più così considerato che la popolazione accetta passivamente di vivere con la spazzatura a cielo aperto nel centro del proprio paese.

Carla Morandi da Milano

Maristella, residente aggredita da cinghiale sulla veranda di casa

Gianna Anziosa, la donna aggredita
Un cinghiale ha aggredito all' interno della veranda della propria abitazione la Signora Gianna Anziosa, residente della borgata di Maristella. Ecco il racconto dell'episodio da parte della sfortunata protagonista: "Mi trovavo nella veranda della mia casa in borgata Maristella e, dopo cena, stavo sparecchiando la tavola. Avevo in mano un piatto con gli avanzi quando, dal giardino circostante, è sbucato un cinghiale che, avventandosi su di me, mi ha strappato di mano il piatto, ferendomi con la zanna un dito della mano destra. Con la mano sanguinante ho afferrato quello che ho potuto e ho allontanato la bestia dalla veranda. Ho tamponato la ferita e mi sono recata al Pronto Soccorso dell'ospedale di Alghero per le cure del caso. Sono stata medicata e mi sono stati dati 7 giorni di prognosi. Tutto questo è assurdo, assalita nella mia casa da una bestia selvatica affamata in una borgata interamente circondata dal Parco di Porto Conte, sorto per la protezione di fauna, flora e ambiente. 

Post più popolari